Crytek

La nuova opera di Crytek cambia nome e team di sviluppo

763 0

Crytek ha annunciato l’inatteso ritorno di un titolo ormai da anni dato per disperso

Nel corso della giornata odierna, la famosa compagnia videoludica Crytek è ufficialmente tornata a parlare del suo Hunt: Horrors of the Gilded Age, titolo free-to-play in cui gli utenti si sarebbero dovuti cimentare in esaltanti cacce cooperative contro mostri di ogni forma e dimensione, un colpo di scena che in pochi si sarebbero aspettati.

Dopo essere stato annunciato nell’estate del 2014 in qualità di prima opera in sviluppo presso Crytek USA, il titolo sparì infatti dai riflettori e venne rapidamente dimenticato dal pubblico, il quale ipotizzò una sua possibile cancellazione, tesi avvalorata anche dalla precaria condizione economica in cui l’intera società versa ormai da anni. Ebbene, non solo l’opera è tutt’altro che morta e sepolta, ma Crytek sembra essere intenzionata a darle tutto il supporto possibile. La società ha infatti dichiarato che la sua neonata creatura è ora passata in mano ai ragazzi di Crytek Francoforte, meritevoli di aver portato sui nostri schermi Crysis e Ryse: Son of Rome.

Al momento non ci è dato sapere su cosa effettivamente verterà il titolo, rinominato per l’occasione Hunt: Showdown, ma la compagnia ha assicurato che nuove interessanti informazioni a riguardo verranno rilasciate nel corso dell’ormai imminente E3 2017. A questo punto, non ci resta che aspettare e sperare che il tutto vada per il meglio

Gamestop: https://www.gamespot.com/articles/crysis-devs-monster-hunting-game-seemingly-reboote/1100-6450449/