the shadow year one

The Shadow – Year One – Recensione

1062 0

The Shadow Year One è il miglior modo per conoscere un’icona del mondo Pulp: l’Ombra!

The Shadow Year One raccoglie in 2 brossurati di 120 pagine a colori ciascuno, formato 17x26cm tutta la mini serie in 10 numeri del 2013, al prezzo di 14,90€ ad albo. Per maggiori informazioni vi lascio il sito di Editoriale Cosmo.

STORIA

the shadow year one

Siamo nel 1929 e Lamont Cranston, celebre sciupafemmine pieno di soldi, dopo un lungo viaggio in giro per il mondo torna a casa, New York, una metropoli ricca di contraddizioni e orrori dove la criminalità organizzata è pronta a mangiarsi La Grande Mela in un sol boccone. Ma non tutti sono d’accordo…soprattutto l’Ombra che riporterà la Giustizia e la Pace a New York.

Matt Wagner, celebre autore di Grendel, torna alle origini del Pulp e rilancia per la Dynamite il personaggio simbolo di quegli anni, il padre spirituale di Batman e The Spirit, un punto di riferimento assoluto per la narrativa americana essendo il primo vero giustiziere mascherato (se non calcoliamo Zorro).

La storia narra le origini di questo fantastico personaggio focalizzandosi quindi sui comprimari e i nemici che sono la spina dorsale di questo anti-eroe oscuro e misterioso.

La trama è sulla falsa riga del celebre Batman: Year One che ci racconta le origini di Batman e ce lo mostra anche sotto la prospettiva del commissario Gordon ( che è il vero protagonista). Qui invece troviamo Lamont e la sua bella assistente Margo Lane che cerca di risolvere il mistero dell’Ombra.

L’unico vero problema è la sceneggiatura, troppo verbosa, ansiosa di spiegare tutto in ogni vignetta tra didascalie e dialoghi sembra talvolta di soffocare.

Il personaggio rimane comunque carismatico e interessante quanto basta per farvi finire i volumi ma rispetto a un qualsiasi super-eroistico americano (alla fine parla a quel pubblico, altrimenti chiameresti autori estranei a Marvel e DC…), parla troppo, più del dovuto e le scene d’azione sono solo un contorno. Ci sono 240 pagine ma alla fine quello che succede è veramente poca cosa.

Si comprende veramente chi è Lamont Cranston solo a metà del secondo volume dove finalmente ci dice chi era prima di tornare a New York, perché ha viaggiato e cosa ha fatto in guerra. Quali sono le motivazioni che lo hanno spinto a diventare l’Ombra e chi è Dr Zorn! Il tutto in 5 pagine.

Ecco, il succo del discorso si riassume in quelle 5 pagine. Il primo volume è inutile.

Non so vedete voi cosa fare anche perché sono 15€ circa a volume.

DISEGNI

the shadow year one

Wilfredo Torres disegna più che degnamente questa storia, con un tratto asciutto, molto rettilineo ma  mai statico, anzi i personaggi sembrano sempre pronti a scattare. Siamo a metà tra Mike Allred e Darwyn Cooke.

Brennan Wagner ai colori invece arricchisce le tavole di nuove sfumature regolando sempre i toni della storia sui disegni sempre oscuri di Torres.

Riccardo Maggi

Un giullare alla corte di Internet...