Kang Bin

Lee Kang Bin: l’artista coreano dei cappuccini

1287 0

Il barista di Seoul dal talento innato


Lui la chiama “ Cream art “ e non ha tutti i torti.
Lee Kang Bin è un barista a Seoul, in Corea del Sud.
Si dice che preparare caffè sia un’arte, beh, Kang Bin l’ha presa proprio sul personale.

#beautyandthebeast 😀 라이브 방송했던 #미녀와야수 😊 . 현재 크리마트는 4월 20일 이후부터 예약 가능하세요🤗🤗 . 크리마트원데이클래스 3월 29일 수요일 Pm 7~9시 1인 5만원(지인동반시 5천원 할인) 선착순 마감 합니다! 신청문의 문자메세지로 아래 번호로 연락 주세요^^ 010 9536 9160 팀장 김병호 . . . #씨스루 #cthrough #카페씨스루 #커피스타그램 #경리단길 #경리단길카페 #경리단길맛집 #녹사평 #녹사평카페 #이태원 #이태원카페 #이태원맛집 #라떼아트 #크리마트 #latteartporn #coffee #barista #baristalife #latteart #baristadaily #cafelatte #coffeetime #creamart #espresso #artwork

Un post condiviso da 이강빈 (@leekangbin91) in data:

Questo ragazzo crea, infatti, vere e uniche opere d’arte edibili sui cappuccini venduti.
Da personaggi di film e cartoni animati, fino alla riproduzione di noti quadri di grandi artisti.
Per 7 euro e 40 circa potrete avere un pezzo unico servito al vostro tavolo, se avrete la pazienza di attendere 15 minuti e volare fino a Seoul per essere serviti da Kang Bin.

Il suo locale è il C.Through Coffee Shop nel distretto di Seungdong di Seoul.
Come già detto sopra, ogni tazza di cappuccino è completamente edibile, l’importante è ammirarla prima che affondi nella schiuma.
Kang Bin utilizza piccoli pennelli e cucchiaini per stendere i vari colori e dar vita alla sua arte.
L’artista tiene diverse dimostrazioni per gli appassionati, nonchè lezioni per baristi in tutto il mondo interessati a quest’arte.

 QUI potete trovare il suo account instagram personale.
Nell’articolo corrente troverete alcune foto delle sue creazioni.

Voi cosa ne pensate?

Source (1) (2)

Francesca Bandini

Francesca Bandini

Totalmente avvolta nella sua bolla fatta di letteratura (principalmente fantasy, urban fantasy e distopico), ballo, recitazione, post produzione, cinematografia e fotografia. Cosplayer dal 2008. Dedita al violino come il celebre Sherlock Holmes, innamorata della chitarra come Jimi Hendrix (senza darle fuoco). Entra nel mondo del K-Pop senza passare dal via e fra i suoi gruppi preferiti del genere svettano Super Junior e AOA. Tanti anni prima sposa il genere J-Rock, dove i GazettE resteranno sempre sovrani nella sua playlist.