Bill Murray

Bill Murray e Wes Anderson fanno visita al cinema Lumière di Bologna In viaggio da Berlino a Roma, tappa allo storico cinema di Bologna per Wes Anderson, Bill Murray, Roman Coppola e Jason Schwartzman.

4669 0

A sorpresa, presso lo storico cinema Lumière di Bologna lo scorso lunedì, quattro star bussano al portone per vedere un film. Solo che sono l’attore Bill Murray, il regista Wes Anderson, il produttore e sceneggiatore Roman Coppola e Jason Schwartzman.

Mi è arrivato un sms dal loro assistente – racconta il direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli – per avvertirmi che Wes e soci erano in viaggio da Berlino verso Roma, dove il regista ha presentato al festival “L’isola dei cani” e avrebbero fatto tappa a Bologna. Anderson si muove solo in treno o in nave, non prende l’aereo, il che spiega perché era qui oltre che molte scene delle sue pellicole. Così mi han chiesto se nella loro serata sotto le Torri avrebbero potuto vedere alcuni dei nostri restauri, in particolare desideravano assistere a un programma di titoli dei primi del Novecento, che per molti versi ricordano “Gran Budapest Hotel”.

Foto di Lorenzo Burlando
Foto di Lorenzo Burlando

 

Così lunedì scorso intorno alle 22, si sono goduti la proiezione indisturbati, nella sala Mastroianni tutta per loro ed il Lumière praticamente deserto.

È da tanto tempo – svela Farinelli – che siamo in contatto con Anderson, due anni fa voleva venire al Cinema Ritrovato,  poi all’ultimo saltò tutto. Tra l’altro si era, per così dire, autoinvitato, e naturalmente ne eravamo felicissimi. Questa volta è stato un incontro fugace, in ogni caso sono certo che prima o poi almeno Anderson tornerà, Bologna è ben presente nella sua mappa cinematografica e sembrava veramente dispiaciuto di non essere ancora riuscito a prender parte al nostro festival. Tra l’altro di recente è anche entrato nel board della Film Foundation di Scorsese e dunque ci conosce bene.

Foto di Lorenzo Burlando
Foto di Lorenzo Burlando

Tra le cose viste, a colpire l’immaginazione del visionario autore, sembra sia stato in particolare “Coiffures et types de Hollande “.

Sembrano così svagati, ma sanno esattamente quello che cercano. E in effetti qualcosa cercavano, di più non posso dire per il momento. Per il resto sono curiosi e magnetici, gli abbiamo regalato i nostri cofanetti con i muti degli albori come Grand Tour o i Lumière e i libri su Chaplin e Pasolini in inglese, in attesa di rivederli in piazza una sera d’estate

conclude Gian Luca Farinelli.

FONTE: http://bologna.repubblica.it/cronaca/2018/02/21/news/bologna_tra_il_pubblico_del_cinema_lumie_re_siedono_anche_wes_anderson_e_bill_murray-189382229/?ref=fbplbo#gallery-slider=189381614

Alan Rossi

Alan Rossi

Esperto di anime, è l'enciclopedia vivente di vecchi anime e di Tokusatsu!