Radetzky’s March: il nuovo wargame italiano Su Kickstarter il nuovo gioco di guerra ambientato durante la battaglia delle cento ore: Radetzky's March, il wargame tutto italiano

4670 0

Ispirato alla guerra lampo del 1849, Radetzky’s March è la nuovissima creatura di Sergio Schiavi, targata Dissimula Edizioni, e in questi giorni è protagonista di una campagna di crowdfunding sulla famosa piattaforma Kickstarter.
Ripercorriamo brevemente gli avvenimenti a cui il gioco è ispirato.

Il 20 marzo 1849, 85 mila piemontesi, guidati dal generale Chrzanowski, si schierano tra Novara e Trecate, pronti a varcare il Ticino per sollevare la popolazione del Lombardo-Veneto. Radetzky (che ha ormai 83 anni) concentra il suo intero esercito (75 mila soldati) intorno a Pavia, e si spinge nel territorio avversario, sbaragliando il nemico.

Radetzky’s March è per due giocatori: uno assume il ruolo del Maresciallo Radetzky, il comandante in capo delle forze austro-ungariche, l’altro dell’equivalente piemontese, il generale Chrzanowski.
Le 216 pedine rappresentano tutte le forze militari dell’epoca: ussari, dragoni, ulani, fanteria di linea, artiglieria, grenzer, jäger, bersaglieri, granatieri, ponti, comandanti…organizzate in battaglioni, squadroni, reggimenti. Indicatori e marker completano la dotazione di pedine.

radetzkys-march-03
Un invito a nozze per gli appassionati di wargames e strategie, che di certo troveranno una nuova e interessante sfida in Radetzky’s March.
La mappa, di 86,5 x 55,8 centimetri, rappresenta accuratamente il territorio dove si svolse la battaglia, e risulta suddivisa in esagoni, ciascuno dei quali corrisponde a circa 1 km.

radetzkys-march-02
La partita è suddivisa in turni dalla durata di alcune ore; durante ciascuno di questi, i giocatori hanno la possibilità di muovere le loro forze sulla mappa cercando di controllarne i punti chiave e/o ingaggiando combattimento contro l’esercito avversario.
La vittoria andrà a chi totalizzerà più punti, sempre che uno dei contendenti non si arrenda prima.
ProjectNerd ricorda alle schiere di appassionati di wargames, che Radetzky’s March chiuderà la sua campagna di crowdfunding il 25 Aprile 2018: ancora pochi giorni per poter finanziare la produzione di un gioco da tavolo interamente italiano.
A cura della Dissimula Edizioni, ideato e disegnato da Sergio Schiavi (con un passato di cartografo nel Museo di Artiglieria di Torino), Radetzky’s March viene rappresentato dal meraviglioso dipinto “Carica di cavalleria (La battaglia della Sforzesca)” del grande Giovanni Fattori.
Se i traguardi verranno raggiunti, sarà possibile avere dei componenti di gioco aggiuntivi…cosa aspettate?
Non resta che fare click sul progetto Kickstarter e contribuire a far diventare questo lavoro Made in Italy realtà!
Per ulteriori info sul progetto, potrete consultare la pagina FB di supporto.

Anna Argiolas

Anna Argiolas

Nata nel vicinissimo 1984, completa gli studi presso il Liceo Classico, a Cagliari. La curiosità innata e l'amore per la scrittura sono alla base di ogni sua passione: dalla primissima per i fumetti di "Topolino", con una collezione di centinaia di volumi, a quella per telefilm e film ricercati e rigorosamente selezionati. La passione per i giochi da tavolo e i mattoncini Lego l'accompagnano fin dall'infanzia, e ancora oggi sono parte integrante del suo tempo libero. Segue con ostinazione il motto "coltiva sempre il bambino che c'è in te".