alex strangelove projectnerd.it

Alex Strangelove: La recensione di Projectnerd Disponibile a partire dall'8 maggio su Netflix una commedia romantica che strizza l'occhio al mondo LGBT

6494 0

Alex Strangelove è una commedia adolescenziale scritta e diretta da Craig Johnson (Uniti per sempre)e disponibile sulla piattaforma di streaming Netflix a partire dall’8 maggio

Il protagonista, Alex Truelove, è un ragazzo intelligente e brillante, con il desiderio crescente di perdere la sua verginità, al suo fianco la sua adorabile fidanzata Claire, proprio quando la coppia si convince a concludere, Alex conosce Eliot, un ragazzo destinato ad alimentare i suoi dubbi.

Johnson, con la sua commedia per teenager dai toni LGBT vuole mettere mostra il tema della scoperta della propria sessualità da parte degli adolescenti odierni.
Un argomento importante che la pellicola riesce a trattare con estrema leggerezza, forse eccessiva, al punto che l’intento positivo veicolato dalla sceneggiatura sembra disperdersi nell’aria lasciando al giovane spettatore un esperienza godibile solamente a tratti.
Alex Strangelove funziona nella sua sincerità e genuinità, con un approccio completamente aperto a ogni forma di sessualità,  libero di preconcetti di ogni sorta e aggressivo nel contrapporsi al rapporto quasi ossessivo che i giovani di oggi anno nei confronti del sesso, visto quasi come un dovere più che un piacere.

alex strangelove projectnerd.it

Una scrittura da commedia romantica semplice, senza tanti fronzoli, Alex Strangelove crea una scatola isolata dove giocare con la possibile omosessualità del protagonista in maniera indolore, scherzandoci sopra in maniera buona e priva di cattiveria, con una società che accetta la sua natura quasi senza colpo ferire. L’assenza del contrasto tipico dell’adolescenza, presente nella maggior parte degli umani, ancor più accentuata se oltre ai classici dubbi della crescita si sommano quelli sulla propria natura, diventa quasi un problema. Una sorta di aurea incantata che rende utopico il mondo dove si svolgono gli avvenimenti sottraendo punti al contesto di realismo.
Sul più bello la sceneggiatura  di Craig Johnson decide di giocare sporco, mettendo in scena un plot twist risolutore riguardante la sessualità del protagonista. Mettere nella pellicola un flashback di questo tipo è risultata una scelta discutibile, un mezzo passo falso nel quale il regista elimina il dubbio alla base della trama stessa sostituendolo con una certezza già comprovata e rimossa per motivazioni che non ci verranno mai spiegate, una scelta che potrebbe lasciare inutili domande allo spettatore, ben lontane dalla caratterizzazione che il regista ha voluto dare al film prima, e dopo questo insolito flashback.

alex strangelove projectnerd.it

La trama da triangolo amoroso, cliche sempreverde delle commedie romantiche, si sviluppa in maniera naturale nonostante l’atipica situazione, cosi come funzionano le tipiche battute a sfondo sessuale, adattate per integrare il nuovo contesto “arcobaleno”.
I personaggi al centro della storia, Alex, Claire e Eliot riescono a convincere per la loro caratterizzazione semplice ma reale,merito anche degli attori coinvolti Daniel Doheny,Madeline WeinsteinAntonio Marziale, degna di nota soprattutto la prestazione di Weinstein, chiamata ad interpretare la perfetta fidanzata della porta accanto, dolce, comprensiva e ironica più che sensuale, riuscendo a non cadere mai nella macchietta.

Alex Strangelove rappresenta sotto quasi tutti gli aspetti la risposta di Netflix a Tuo Simon,  pellicola contemporaneamente distribuita nelle sale cinematografiche italiane, sicuramente non è una pellicola che rimarrà impressa nella memoria dello spettatore, ma è una leggera variazione sul tema commedia romantica che funziona, un piccola apertura del mondo al bisogno sempre più diffuso di pellicole “LGBT Friendly“.

 

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD