Evil Dead: un sequel del film, secondo Fede Alvarez, è possibile Nasce da uno scherzo su Twitter, ma Fede Alvarez potrebbe essere serio: un sequel del suo Evil Dead potrebbe presto vedere la luce...

6430 0

Tutto nasce da uno scherzo su Twitter fra Fede Alvarez e un suo fan, che per gioco gli chiede di promettere di girare un sequel del suo Evil Dead nel caso in cui l’ Uruguay dovesse vincere ai Mondiali.

Leggi anche: Ash vs Evil Dead: chiusa al termine della terza stagione

Alvarez, tuttavia, sembra ben più serio in un’intervista con Entertainment Weekly, dove spiega che l’idea di girare un sequel del suo primo film è una possibilità concreta, anche se non vi è nulla di accertato. Il regista spiega:

Fare il mio Evil Dead è stato un’esperienza fantastica, ed è stato il mio primo film. Quindi, tornare indietro a questo punto sarebbe una possibilità da considerare. Cioè, noi tutti siamo davvero molto amici, io e Bruce [Campbell], e Sam [Raimi], e Rob [Tapert, produttore di tutti i film della saga di Evil Dead]. ne discutiamo e parliamo continuamente. La buona notizia è che nessuno di loro – e penso che questo sia qualcosa che spesso le persone non comprendono – farebbe e farà questi film per questioni economiche, solo perché possono o per business. Lo faranno solo se pensano di avere una buona storia da raccontare al pubblico. Quando troveremo questa storia, e quando tutti saremo d’accordo al riguardo, un sequel potrà esserci, con ogni probabilità.

 

La casa (Evil Dead), di Fede Alvarez, è un film uscito nel 2013 ed è un reboot-sequel de La casa, cult movie dell’orrore che nel 1981 lanciò Sam Raimi. Il film di Alvarez è stato prodotto dallo stesso Raimi (che fu anche sceneggiatore del film), insieme a Bruce Campbell (protagonista del film originale) e Rob Tapert, che ha prodotto ogni film della trilogia originale). Nel cast Jane Levy, nel ruolo di Mia, Shiloh Fernandez (David), Lou Taylor Pucci (Eric), Jessica Lucas (Olivia), Elizabeth Blackmore (Natalie) e Bruce Campbell, in un cameo nei panni di Ash.

Fonte: DigitalSpy.com

Federica Cremonini

La sua passione per la settima arte comincia quando, da piccola, scopre una videocassetta di Nightmare nascosta su una mensola in casa. Trascorsi i primi anni di cinefilia ad approfondire l'horror (in ogni salsa), passa alla seconda fase tipica di ogni appassionato: Lynch, Kubrick, Tarantino. Dopo una terza fase fatta di nouvelle vague, cinema russo e New Hollywood, decide che è finalmente pronta a dare la risposta definitiva: il suo cuore appartiene a David Cronenberg.