La mostra “Don Camillo Mondo piccolo dai monti alla pianura” "Don Camillo - Mondo Piccolo dai monti alla pianura" (dal 14 luglio al 16 settembre) è a oggi della più ricca e complessa esposizione dedicata a Don Camillo a fumetti, e cade nel cinquantennale della scomparsa di Guareschi.

5688 0

La Casa degli Artisti G. Vittone e ReNoir Comics dedicano una mostra al Mondo Piccolo di Giovannino Guareschi e a come viene raccontato nella collana Don Camillo a fumetti. L’esposizione vuole mostrare le similitudini tra la vita nella bassa padana e quella nelle valli trentine, trattando i temi comuni della vita quotidiana: la relazione degli uomini con la terra e con l’acqua – che sia il Po, l’Adige o il Sarca- , il rapporto tra il borgo e la grande città e quello tra l’autorità religiosa e l’autorità civile, fulcro di tutti i racconti di don Camillo e Peppone.

In occasione della mostra verrà realizzata una speciale mappa/catalogo, in distribuzione gratuita per tutti i visitatori, che riporterà la pianta del borgo di don Camillo realizzata dal disegnatore Werner Maresta e un approfondimento dei temi trattati in mostra.

L’inaugurazione ufficiale sarà sabato 14 luglio alle ore 18:00, con la partecipazione di Davide Barzi, curatore della collana a fumetti, e dei disegnatori Tommaso Arzeno e Mirko Treccani. Il manifesto è realizzato da Roberto “Dakar” Meli.

La mostra sarà visitabile a ingresso libero tutti i giorni fino a domenica 16 settembre. Gli orari di visita della mostra saranno: 10:00-12:00 e 14:30-18:30

Non è una cosa nota, ma i racconti del Mondo piccolo nascono in montagna.
Il primo pretone di Giovannino Guareschi, don Patirai, e il comunista Peppone esordiscono sul numero 17 del 27 aprile 1946 del Candido, il settimanale umoristico fondato dallo scrittore nel 1945. Parroco e “compagno” compaiono nel primo episodio del Gazzettino di Roccapezza, finto giornale di un paese disperso sull’Appennino. A Roccapezza ci sono già tutti gli elementi che decreteranno il successo dei racconti di don Camillo: la satira politica, lo sguardo disincantato e libero da pregiudizi dello scrittore, la sua straordinaria capacità di descrivere i vari tipi umani con umorismo, pietà, cinismo e dolcezza.

In mostra saranno esposti oltre cinquanta disegni originali degli autori di don Camillo a fumetti, accompagnati da ingrandimenti scenografici di copertine e vignette, una mappa del borgo “giocabile” con le sagomine dei vari personaggi e un fotoset, per scattarsi una foto ricordo unica con don Camillo e Peppone e la spettacolare vista che si gode dalla Casa degli artisti di Canale.

La mostra «Don Camillo, Mondo piccolo dai monti alla pianura» è realizzata dalla Casa degli Artisti «Giacomo Vittone» (gestita dai Comuni di Arco, Riva del Garda e Tenno, quest’ultimo ente capofila) in collaborazione con ReNoir Comics e con il supporto della Provincia autonoma di Trento.

 

 

 

 

Andrea Patruno

Andrea Patruno

Nerd certificato dal 1991, ha imparato a leggere con Topolino e romanzi storici. Tutt'ora divora libri, fumetti, film e serie TV. Laureato in comunicazione e marketing, con specialistica successiva in comunicazione, con una tesi dal titolo "Nuovi media e comics nella multicanalitá: la modernità semantica emergente del fumetto".