Gemini Man: La recensione

1215 0

Ha da poco fatto la sua comparsa nel mondo Home Video l’ultimo film di Ang Lee: Gemini Man  film action che vede protagonista la star Will Smith, che nel film affronta una sua controparte ringiovanita digitalmente.

Ang Lee dirige un action movie dove si spinge pesantemente sul pedale della tecnologia e dell’estetica. La nemesi del personaggio di Smith è una versione creata digitalmente dell’attore stesso,  animato con la tecnica del motion capture. Alcune sequenze, anche per via del modo in cui sono state filmate (tecnologia 3D Plus con 4K HDR a 120 fotogrammi al secondo) risultano forse fin troppo accelerate e fluide, quasi irreali e poco naturali, ma tremendamente soddisfacenti per coloro che adorano questi dettagli tecnici e tecnologici.

Questo è il cuore di Gemini Man, il fulcro su cui è stata costruita l’intera narrazione, una storiella semplice che poggia tutto sulla spettacolarità della sua azione, mettendo in secondo piano tutto il resto.
Quello che rimane è una pellicola dove ogni scelta finisce per essere guidata dalla tecnologia dietro le quinte, sacrificando gli attori in gioco a un ruolo secondario, ed  è un peccato perchè la presenza – duplice tra le altre cose – di Will Smith avrebbe potuto essere sfruttata in maniera decisamente migliore, spingendo su un protagonista lontano dall’essere un eroe puro, che rivede nel suo avversario ogni suo singolo sbaglio e lotta – letteralmente – contro se stesso e cercare il riscatto .

Una tematica che però il film decide di non abbracciare a pieno e la versione giovane del protagonista, finisce infatti per essere una mera scusa per mostrare quando sia avanzata al giorno d’oggi la tecnica cinematografica.

Nel complesso l’ex Man in Black riesce lo stesso a mettere in mostra il suo naturale carisma, aiutato da una buona prova della sua spalla  –Mary Elizabeth Winstead, meno convincenti per mancanza di spazio Clive Owen e Benedict Wong, relegati in personaggi poco approfonditi.

Ang Lee realizza quindi un titolo esteticamente ben fatto, ma che difficilmente riuscirà a rimanere impresso nella mente dello spettatore, Gemini Man è un action movie che non aggiunge nulla al genere, ma che intrattiene senza molte pretese per tutta la sua durata.

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD