Fire Emblem: Three Houses, indicazioni sul Timeskip Un aspetto rivoluzionario dell’RPG per Nintendo Switch uscito nel luglio 2019

325 0

Sviuppato da Intelligent Systems e Koei Tecmo per Nintendo Switch, Fire Emblem: Three Houses, rappresenta il nuovo successo del franchise Fire Emblem dopo il capitolo del 2017 Echoes: Shadows of Valencia.

In Three Houses, il giocatore è indotto relativamente subito a scegliere di schierarsi con una casata tra Aquile Nere, Leoni Blu e Cervi Dorati. L’ambientazione del monastero di Garreg Mach e la composizione delle casate, costituite da otto studenti ciascuna, unitamente al plot, ricordano essenzialmente un capitolo della saga di Harry Potter. La prima parte del gioco risulta uguale per tutti: indipendentemente dal genere, il giocatore veste i panni di Byleth. Grazie al potere conferitogli da una ragazza solo a lui visibile, Byleth salva tre cadetti del monastero e viene premiato con la nomina ad insegnante.

Nella seconda parte, invece, il ritmo diventa più avvincente e i combattimenti più serrati. Un calendario ci informa della missione da compiere entro il mese. Senza entrare troppo nei dettagli, sarà possibile accrescere i legami con i personaggi, esplorare il monastero e muoversi liberamente. L’introduzione del Timeskip, ovvero della possibilità di compiere un salto temporale tale da stravolgere la realtà di ognuno dei personaggi presenti, muta il tono della storia e persino alcune meccaniche. Il passaggio avviene dopo il 31 marzo e alla fine del 12˚ capitolo.

Dopo il flashforward, i personaggi risultano sicuramente segnati da cinque anni di guerra. Il monastero è stato trasformato in una base militare, ma è ancora possibile svolgere attività del pre-timeskip, quali pesca, giardinaggio e raduni con gli studenti. A livello di gameplay, cambiano gli Advanced Drills e l’opzione gratuita del Seminar. Tutti i giocatori possono, da questo momento, svolgere seminari in modalità “default”. Se si salva la giocata in New Game+, è possibile tornare agli outfit e alle caratteristiche esteriori risalenti a prima del salto temporale, ma non si possono cambiare i contenuti dei dialoghi successivi alla guerra. Per ulteriori dettagli, non resta che giocare a quello che è stato definito il kolossal di esordio di Fire Emblem su Switch.