Dalla WWE alla AEW, “The Icon” Sting fa il suo debutto shock a Dynamite! L'Hall of Famer è approdato alla corte di Tony Khan, tornando per la prima volta su TNT dopo 19 anni

288 0

La All Elite Wrestling chiude il 2020 con il botto. Dopo uno spettacolare Full Gear, la federazione di Tony Khan ha nuovamente mandato in visibilio in fan con il debutto, totalmente a sorpresa, di Sting.

L’icona della WCW è apparsa nella puntata di mercoledì di Dynamite, ribattezzata Winter is Coming, e sarà una delle figure chiave della Compagnia nei mesi a venire. Un momento reso ancora più emozionante dalla presenza al tavolo di commento di Tony Schiavone e dal fatto che Sting sia tornato su TNT (network su cui va in onda Dynamite) dopo oltre 18 anni di distanza dalla chiusura storica della WCW.

Il debutto shock di Sting in All Elite Wrestling:

Subito dopo la fine della puntata, la AEW ha diffuso un comunicato stampa in cui ha annunciato la firma pluriennale di Sting. Queste le dichiarazioni di Tony Khan in merito al suo ingaggio:

“L’arrivo a sorpresa di Sting è stato un grande modo per celebrare il più grande episodio di Dynamite a oggi. Quando abbiamo fondato la AEW, ero entusiasta all’idea di riportare il wrestling su TNT dopo un lungo periodo di assenza. Sting sconfisse Ric Flair nell’ultimo match televisivo andato in onda sul network per oltre 18 anni. Adesso, quasi due decadi dopo, è davvero emozionante dare il benvenuto a Sting in AEW e averlo riportato a casa su TNT”.

L’Hall of Famer parlerà per la prima volta nel corso della puntata della prossima settimana. Vi ricordiamo che Sting si era ritirato dal mondo del wrestling nel 2016, dopo lo stint in WWE, ma i fan ancora speravano in un possibile segmento con The Undertaker. Adesso che anche quest’ultimo ha appeso definitivamente gli stivali al chiodo e Sting è arrivato in AEW, i sogni si sono definitivamente infranti.

Sarà interessante scoprire come sarà la sua gestione alla corte di Tony Khan. In ogni caso, il motto rimane sempre il medesimo: it’s showtime!!