Netflix e Sony aprono la strada con un nuovo accordo di licenza In sostituzione al patto di Starz, arrivano nuovi titoli Direct-To-Streaming

265 0

Netflix e Sony Pictures Entertainment hanno stabilito un nuovo importante accordo di licenza che offre al gigante dello streaming una finestra esclusiva per i titoli cinematografici dello studio a partire dal 2022.

L’accordo, che sostituisce un accordo di uscita con Starz di proprietà di Lionsgate risalente al 2005, fornisce a Netflix una finestra esclusiva di 18 mesi per i film Sony. Diversi offerenti stavano cercando i diritti da un po ‘di tempo, con Netflix che ne risultava il vincitore. I termini non sono stati divulgati ufficialmente, ma Netflix ha avuto la meglio con un’offerta di $ 1 miliardo in quattro anni, secondo fonti che hanno familiarità con l’accordo.

C’è un certo flusso in termini di quando esattamente l’esclusiva Netflix entrerà in gioco su ogni film date le strategie di finestra cinematografica in rapida evoluzione. Tuttavia, è stato confermato che dozzine di titoli migliori verranno trasmessi in streaming lì esclusivamente dopo essere stati riprodotti nei cinema e rilasciati su piattaforme di intrattenimento domestico.

La lista inizierà con tentpoles come Morbius, Uncharted, Where the Crawdads Sing e Bullet Train. Due finestre successive manterranno i film in circolazione su Netflix mentre raggiungono altre piattaforme attraverso la TV e lo streaming.

Oltre alla formazione di film principali, Netflix avrà anche un accordo first-look per qualsiasi titolo direct-to-streaming che Sony stia contemplando e si è impegnata a realizzare “un certo numero” di quelli, secondo la versione ufficiale, in realtà probabilmente solo un coppia all’anno e una minoranza della lista complessiva dello studio.

Durante il Covid-19, lo studio ha deciso di vendere il film di Tom Hanks Greyhound ad Apple TV + mentre i cinema in molti territori erano chiusi. Con il nuovo accordo, Netflix avrebbe la prima opportunità di rilasciare tali progetti. Le due società hanno concluso accordi simili negli ultimi mesi per film come il dramma di Kevin Hart Fatherhood.

Le società hanno anche avuto una relazione esistente tramite un contratto di output per Sony Pictures Animation. Il nuovo accordo aggiunge tutte le altre etichette e generi dello studio.

Sono inclusi anche i diritti di libreria selezionati. Mentre Sony pianifica episodi di franchise come Spider-Man, Venom, Jumanji e Bad Boys, Netflix sarà in grado di ottenere i diritti sulle voci precedenti. Un altro sequel di alto profilo è il seguito del titolo animato vincitore dell’Oscar Spider-Man: Into the Spider-Verse.

Il patto arriva mentre studi rivali come Universal e Fox stanno prendendo in considerazione uno spostamento degli accordi di uscita presto in scadenza con HBO per riempire invece le proprie pipeline di streaming. È una spinta per Netflix, che continua ad affrontare le preoccupazioni degli investitori di aver perso progetti chiave come i film Marvel e Pixar, Friends e The Office. Ha anche molti vantaggi per Sony, che non ha un proprio servizio di abbonamento da alimentare, sicuramente dal punto di vista delle entrate.

“Sony Pictures è un ottimo partner e siamo entusiasti di espandere il nostro rapporto attraverso questo accordo lungimirante”, ha detto il capo del film di Netflix Scott Stuber nell’annuncio ufficiale. “Questo non solo ci consente di portare la loro impressionante lista di amati franchise cinematografici e nuovi IP su Netflix negli Stati Uniti, ma stabilisce anche una nuova fonte di film in prima visione per gli amanti dei film Netflix in tutto il mondo.”

Keith Le Goy, responsabile della distribuzione e delle reti di Sony, ha affermato che questo “entusiasmante accordo dimostra l’importanza di quel contenuto per i nostri partner di distribuzione, man mano che accrescono il loro pubblico e offrono il meglio dell’intrattenimento”.

Gli output deal, che per decenni sono stati una pietra miliare economica per gli studi, possono guadagnare centinaia di milioni all’anno per i fornitori. Ma i tempi sono cambiati e l’economia un tempo formulaica della finestra di pagamento 1 è diventata complicata poiché così tanti nuovi concorrenti hanno deciso di competere con Netflix. Paramount, un altro studio che ha venduto una serie di titoli a servizi di streaming di terze parti prima e durante la pandemia, a febbraio ha rilanciato con Epix. Questo patto vedrà la rete premium detenere i diritti esclusivi sui film dello studio prima che passino al servizio di streaming Paramount +.

Sony e Starz hanno rinnovato per l’ultima volta il loro contratto di uscita nel 2013, non molto tempo dopo che Netflix aveva rilasciato House of Cards e aveva iniziato a sconvolgere il panorama dell’intrattenimento. “Anche gli affari di cinque anni fa non sono da mele a mele, dato quanto è diverso il paesaggio oggi”, come ha affermato una persona che ha familiarità con l’accordo.