Draft NBA 2021: Come funziona e chi saranno le prossime top 3 scelte nel 2021

3010 0

Ci avviciniamo sempre di più al termine della stagione 20/21 di NBA, una stagione particolare in un sacco di suoi aspetti, dall’inizio ritardato e alla diminuzione delle partite della regular season, fino ad arrivare alla wild card per assegnare gli ultimi due posti ai playoff.

 

Quello che però arriverà anche l’anno prossimo, è l’attesissimo NBA Draft, l’annuale lotteria che permette ai giovani astri nascenti della pallacanestro statunitense (e non) di entrare nel palcoscenico cestistico più importante al mondo. Ma come funziona, e chi saranno le prossime scelte al draft?

 

Il Draft NBA è un sistema studiato nei minimi dettagli che serve ad aiutare le giovani promesse della pallacanestro ad entrare nella lega cestistica più competitiva del mondo, e allo stesso tempo il meccanismo è stato pensato per riequilibrare il piu possibile l’NBA nel corso degli anni ed evitare il predominio di poche squadre.

 

Infatti, le prime 14 scelte sono assegnate tramite la Draft Lottery, e le 14 scelte sono distribuite tra le 14 squadre che hanno conseguito i record peggiori nella precedente stagioni. Le probabilità di ottenere le prime scelte sono inversamente proporzionali al record ottenuto: quindi, le squadre che avranno ottenuto i record peggiori, saranno le squadre che avranno maggiori possibilità di ottenere le prime scelte. Infatti, le squadre con i 3 peggiori record hanno ognuna il 14% di possibilità di ottenere la prima scelta, la quarta il 12,5%, la quinta il 10% e così via. Questo serve per dare la possibilità alle squadre più indietro di ricreare la squadra, magari basandosi su un giovane di talento.

 

È inutile dire che i giocatori scelti per primi solitamente sono i più forti, ma questa non è una verità assoluta: Michael Jordan, acclamato come il miglior giocatore di tutti i tempi, fu scelto solo per terzo, Kobe Bryant alla tredicesima chiamata. Esistono poi quelle che vengono soprannominate le “steal of the Draft”, cioè quei giocatori chiamati con scelte più basse e che poi si sono rivelati essere dei fuoriclasse, tra questi, i più clamorosi che ricordiamo sono: Dennis Rodman (27esima scelta); Tony Parker (28esima scelta); Manu Ginobili (57esima scelta); John Stockton (16esima scelta); Kawhi Leonard (15esima scelta) Karl Malone (13esima scelta).

 

E ora, chi sono i futuri talenti che si apprestano ad entrare nella pallacanestro che conta?

 

Secondo quelli che si definiscono i mock draft, cioè le previsioni di come potrebbe essere il draft, queste potrebbero essere le scelte, anche se le squadre in cui andranno ancora non sono note, visto che la lotteria ancora deve esserci. Detto questo, le squadre favorite ad ottenere le prime scelte si sanno, e sono: Houston Rockets, Detroit Pistons, Minnesota Timberwolves, Orlando Magic e Oklahoma City Thunder.

 

Tra i migliori prospetti che avremo il piacere di vedere nella NBA che verrà, quello attualmente più quotato per essere la prima scelta è Cade Cunningham, playmaker in forzza alla Oklahoma State University. Altri nomi caldi per le top posizioni sono: Evan Mobley (USC); Jalen Suggs (Gonzaga), Jalen Green (G-League) e Jonathan Kuminga (G-League).

Iarin Fabbri

Spadin (alias Iarin Fabbri) è uno dei fondatori di Project Nerd. E' socio fondatore di Webbare.it che è l'azienda che si occupa di tutto lo sviluppo software e montaggi video e grafica per Project Nerd. Spadin è esperto di retrogaming e comics, più che esperto, possiamo definirlo memoria storica, e si tiene informato sulle serie tv e i cine-comics