Tomb Raider

Tomb Raider, MGM perde i diritti cinematografici Gli altri studi cinematografici di Hollywood possono acquisire i diritti del franchise 

1 0

Tomb Raider fa parlare di sé. La MGM, infatti, ha perso i diritti cinematografici del popolare videogioco. Scatenando una guerra di offerte per acquisirne i diritti. La MGM ha avuto tempo fino a maggio di quest’anno per dare il via libera a un sequel di Tomb Raider. Il tempo, però, è finito, adesso. Una miriade di studi cinematografici di Hollywood, infatti, è nel mix e fa offerte. Alicia Vikander, che ha interpretato Lara Croft in Tomb Raider del 2018, non è più legata al progetto. Gli addetti ai lavori aggiungono che è un riavvio completo. E non ci sono impegni di casting o regista. I diritti sono tornati alla società di giochi. Quindi la società di giochi e la GK Films di Graham King hanno stretto un accordo per rappresentare l’IP. Il Tomb Raider del 2018, inoltre, ha guadagnato quasi 275 milioni di dollari al botteghino globale.

Il film Tomb Raider è basato sulla popolare serie di videogiochi con protagonista l’avventurosa Lara Croft

E i giochi sono stati inizialmente adattati in una coppia di film di successo nel 2001 e nel 2003 con Angelina Jolie. I suoi incassi sono stati di 432 milioni di dollari in tutto il mondo. Per un sequel del film del 2018 era stata incaricata la showrunner Misha Green. Lo doveva anche dirigere, ma poi il progetto è saltato. Il produttore Graham King e il suo banner GK Films hanno acquisito i diritti di Tomb Raider nel 2011 da Square Enix e stanno valutando le offerte. A maggio, Embracer ha potuto avere lo sviluppatore di giochi Tomb Raider Crystal Dynamics e tutte le IP corrispondenti da Square Enix. Con un accordo del valore di 300 milioni di dollari. Nel rapporto finanziario del quarto trimestre e dell’intero anno della società, il CEO di Embracer Lars Wingefors ha affermato di vedere “un grande potenziale. Non solo nei sequel, ma anche nei remake, remaster, spinoff e progetti transmediali” per Tomb Raider. La MGM non ha commentato.

Renata Candioto

Diplomata in sceneggiatura alla Roma Film Academy (ex Nuct) di Cinecittà a Roma, amo il cinema e il teatro. Mi piace definirmi scrittrice, forse perché adoro la letteratura e scrivo da quando sono ragazzina. Sono curiosa del mondo che mi circonda e mi lascio guidare dalle mie emozioni. La mia filosofia è "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".

Lascia un commento