S.W.A.T.

S.W.A.T. rinnovata per la 7ª stagione dalla CBS Originariamente, era stata cancellata alla 6ª, poi la CBS ha cambiato idea per fare contenti i fan

262 0

S.W.A.T

. è stata rinnovata dalla CBS per la stagione 7 in seguito alle proteste dei fan per la fine prematura dello show. “Abbiamo ascoltato i nostri spettatori e il loro sfogo di passione per ‘S.W.A.T.’. E abbiamo raggiunto un accordo per rinnovarlo per un’ultima stagione di 13 episodi. Che andrà in onda durante l’anno di trasmissione 2023-2024”, hanno dichiarato Amy Reisenbach, Presidente, CBS Entertainment, e Katherine Pope, Presidente, Sony Pictures Television Studios. Tempo fa, la CBS aveva cancellato “S.W.A.T” prima della sua settima stagione.

Di conseguenza, l’imminente finale della sesta stagione doveva essere anche il finale della serie. Interpretato da Shemar Moore, lo show di lunga data è stato ispirato dalla serie televisiva del 1975 e dal successivo lungometraggio. “S.W.A.T” è sia la serie CBS “più affermata” che “più costosa”. Nonostante abbia spettacoli come “N.C.I.S.” e “Blue Bloods” nel loro elenco che esistono da molto più tempo. Tuttavia, la brusca fine dello show metteva davvero in prospettiva il tipo di colpi economici per i quali gli studi si stanno preparando.

Indipendentemente dal fatto che siano giustificati o meno, come da WGA Writers Strike. Le cose sembrano andare male per la televisione. Così tanto da aver messo in crisi “S.W.A.T.“, uno show in crescita e molto amato. Sembrerebbe che abbiano registrato un aumento anno dopo anno del numero di spettatori da quando la serie è stata spostata nell’attuale fascia oraria del venerdì. In effetti, quella mossa è stata determinante nella sua recente ascesa. I membri della Writers Guild of America sono stati costretti a iniziare lo sciopero il 2 maggio a causa dell’avidità aziendale.

“S.W.A.T.” è quasi testa a testa con “Blue Bloods” e “N.C.I.S.” per quanto riguarda le valutazioni a seconda della settimana

E a questo punto, questo probabilmente durerà quanto il famigerato sciopero degli scrittori del 2007. Dovrebbe durare il tempo necessario. Questo in base al modo in cui l’Alleanza dei produttori cinematografici e televisivi ha risposto alle richieste ragionevoli degli scrittori. La televisione è diventata in qualche modo una priorità assoluta per dirigenti come David Zaslav della Warner Bros Discovery. Che ha parlato apertamente del suo disgusto per le sceneggiature. Non sta fingendo disprezzo, facendo tonnellate di mosse artisticamente criminali per tagliare i progetti quasi finiti dalla distribuzione.

Per rimuovere completamente la programmazione originale dallo streaming. Per risparmiare sui residui e tagliando grandi quantità di opere storicamente importanti dalle biblioteche digitali dell’azienda. Come i classici cartoni animati Looney Tunes. Tonnellate di altre reti e studi hanno seguito l’esempio su fronti simili. E la CBS sembrava fare lo stesso con “S.W.A.T.“. Ma sulla base del successo dello show, stava diventando davvero una pillola difficile da ingoiare. Progetti come “Blue Bloods” e “N.C.I.S.” sono in qualche modo dei marchi di punta per la rete.

S.W.A.T.” è quasi testa a testa con questi spettacoli per quanto riguarda le valutazioni a seconda della settimana. E sembrava che fosse diventata la scelta “naturale” da tagliare da una prospettiva esecutiva. Sarebbe stato triste, perché “S.W.A.T.” è uno dei pochi drammi di rete con un protagonista nero al timone. Inoltre, la serie ha vantato una serie di ordini di rinnovo anticipato fino all’anno scorso. In definitiva, per la coproduzione di Sony Pictures TV e CBS Studios questo poteva essere lo show più visto ad essere cancellato sulla rete in questa stagione.

Fonte: slashfilm.com 

 

Renata Candioto

Diplomata in sceneggiatura alla Roma Film Academy (ex Nuct) di Cinecittà a Roma, amo il cinema e il teatro. Mi piace definirmi scrittrice, forse perché adoro la letteratura e scrivo da quando sono ragazzina. Sono curiosa del mondo che mi circonda e mi lascio guidare dalle mie emozioni. La mia filosofia è "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".