eSport: EA Games lo vuole con sè

864 0

EA Games vuole creare una divisione eSport

EA ed eSport. Sembrano a tratti combaciare.

Vi ricordate quello splendido figuro di nome Peter Moore, di EA Games, che tempo fa affermò l’utilità dei pass online, la grandiosità del promuovere DLC a pagamento e dell’idea del gioco in streaming a prezzi folli? Ebbene: se non ve lo ricordate, non vi preoccupate: poco sotto potrete trovare una foto raffigurante tutta la sua maligna bellezza. Non so il perché, ma il suo volto ispira malignità da tutti i poveri (ma magari invece è un brav’uomo, chissà):

Quanto è bello?
b0a9df03b47f77353d63d7c2c58793b8fc8a0fed.jpg__940x420_q85_crop-smart_upscale
mhhh…che sguardo..Sexy!

Moore ha dichiarato di voler lasciare il posto di Chief leader dei leader supremi in EA Games per dedicarsi alla creazione di una divisione completamente dedicati agli eSport, per l’appunto EA Games eSport. Un po’ meccanico come nome. In ogni caso, l’intuizione della società americana è sicuramente giusta e constatato che altre aziende del settore stanno già guadagnando miliardi grazie all’eSport, non vedo perché un’azienda come EA Games non debba lucrare anche lei (sarcasmo, ovviamente).

Non sappiamo in che modo i titoli più adatti all’eSporting si piazzeranno nello scenario competitivo mondiale, sta di fatto che Peter ha deciso che Fifa, NFL e Battlefield sono i titoli più adatti per una disciplina sportiva elettronica. Tuttavia è bene ricordargli che i 3 giochi citati, per forza di cose, non possono essere puramente competitivi in quanto, per esempio, in FIFA ogni giocatore scegliendo una squadra diversa potrebbe essere in vantaggio o in svantaggio rispetto all’avversario.

Qualcuno ricordi a Moore che i videogames competitivi partono da una rigida regola che ne determina l’efficacia: all’inizio tutti i giocatori partono con le STESSE possibilità.

L’unica cosa certa, in ogni caso, saranno i grandi investimenti nelle competizioni elettroniche. Insomma: EA Games potrebbe davvero avere l’energia per promuovere a livello globale le diverse discipline di eSPort. E forse questo, è positivo.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.