Model Expo Italy 2017: la Grande Guerra in formato famiglia

1230 0

Quando si parla di Grande Guerra è difficile metter da parte i feroci patriottismi. Dopotutto, nel caso dell’Italia, è stato il primo conflitto che ha visto un popolo italiano finalmente unito e pronto a difendere la propria nazione, pagando successivamente un prezzo altissimo. Tra gli otto milioni di morti e un quantitativo di feriti pari alla popolazione di una intera nazione, le conseguenze della Prima Guerra Mondiale le possiamo osservare al giorno d’oggi semplicemente guardando la cartina politica dell’Europa Unita.

E’ però innegabile il fascino che il Grande Conflitto tutt’oggi esercita sulla nostra cultura e nella vita di tutti i giorni. Recentemente la software house DICE assieme al supporto di EA Games ha pubblicato un videogioco incredibilmente realistico dedicato alla Prima Guerra Mondiale, ove tra le altre cose figurano i nostri eroici soldati. Ma tra virtuale e reale c’è sempre una grande differenza.

In occasione della nuova edizione 2017 del Model Expo Italy, la fiera dedicata al modellismo più importante d’Italia, grazie alla collaborazione con varie associazione locali, tutti i visitatori potranno osservare con i propri occhi i prodotti e le strategie impiegate nel corso della Grande Guerra.

20170120_093027-1024x577

 

Grazie alla collaborazione con l’associazione Ricercatori Storico Aeronautica Dogfight, supportata dall’Associazione Circolo 72 di Verona, a Model Expo Italy sarà possibile osservare coi propri occhi la storia dell’aviazione dall’aliante dei fratelli Wright fino a più moderni droni. Nata nel 2008, Associazione Ricercatori Storico Aeronautica Dogfight nasce con la volontà di fare ricerce nel campo dell’aviazione per riscoprire il passato e supportare così i geni del futuro. In Model Expo Italy 2017 sarà possibile osservare il Caccia Nieuport 11 Bebè in scala 1/2 (matricola 1622), guidato dal Sergente Dino Menegoni che per altro perse la vita a Villaverla nel gennaio del 1917 a seguito di un terribile incidente aereo causato dal cedicemtno dei tiranti. Un pezzo di storia assolutamente da non perdere.

20150801_163903-1024x614

 

Sempre grazie all’Associazione Circolo 72 di Verona, nel corso del Model Expo Italy 2017 sarà anche possibile ammirare un grande e preciso plastico che va ad analizzare la posizione dei campi di aviazione militari costruiti nel corso della Grande Guerra nel vasto territorio che va da da Brescia a Lubiana (capitale dell’attuale Slovenia e al tempo in mano all’Impero Austro Ungarico),  e da Ferrara al Brennero. Il tutto è stato creato per uno scopo soprattutto didattico, utile ai visitatori per la comprensione di un territorio che nel corso dei decenni è risultato strategico per numerosi conflitti, che siano stati a campo aperto che ideologici.

A supporto del plastico vi sarà la possibilità di consultare un manuale contenente informazioni in merito ai campi d’aviazione e alle strategie impiegate nel territorio nel corso del Primo Conflitto Mondiale, una raccolta fotografica con foto originali dell’epoca nonché la possibilità di consultare manuali tecnici originali del sistema missilistico Nike Hercules, che caratterizzò il territorio veronese negli anni della Guerra Fredda.

Sono felice di queste iniziative da parte dell’organizzazione del Model Expo Italy: ricordare il nostro passato potendolo toccare con mano è sicuramente il miglior modo per non dimenticare da dove proveniamo. Ricrdo inoltre che Model Expo Italy potrà essere visitata il prossimo 11-12 Marzo presso il polo fieristico di Veronafiere.

 

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.