MSI Z270 Gaming M7 Recensione: il meglio del meglio

4128 0

Torna anche questa settimana l’appuntamento con Project Hunter, la rubrica ultra High Tech dedicata a videogiocatori veri: i Pc Gamer. Se la scorsa volta avevamo visto una configurazione dall’estetica folle (parlo dell’Hyper Beast con dissipatore Kraken x62), questa volta andremo a osservare da vicino quella che era la scheda madre del computer visto in precedenza. Se avete letto l’articolo e visto il video (se non lo avete fatto, fatelo ora), saprete che l’Hyper Beast di Pc Hunter fonda la sua tecnologia su una MSI Z270 Gaming M7, nientepopodimeno che la proposta di fascia Enthusiast di MSI per quanto concerne le schede madri.

MSI ha fatto un buon lavoro? Scopriamolo assieme.

Per una migliore esperienza vi consiglio di guardare il video proposto a inizio pagina e di fare anche un salto nel canale Youtube di Project Hunter, invitandovi a iscrivervi per non perdere nessun appuntamento futuro.

 

hyperbeast-notte
Dietro a tutti i coloratissimi led dell’Hyper Beast di Pc Hunter si cela una Gaming M7

 

ESTETICA

Lo continuerò a dire: l’estetica di una scheda madre è sicuramente l’aspetto meno importante da considerare. La realtà però è che noi videogiocatori esigenti oltre alla potenza vogliamo qualcosa che faccia sciogliere i nostri occhi. Esteticamente parlando la Gaming M7 si presenta con tonalità grigio scure che tanto vanno a ricordare il colore delle rocce più dure. Il design regolare della scheda è però rinforzato dai numerosi shield presenti sul PCB che restituiscono all’utente un’aura di robustezza. L’idea è quella di far sembrare la MSI Z270 Gaming M7 una sorta di combattente, di soldato corazzato che non teme alcun nemico.

Di corazzato troviamo anche tutte le linee PCI Express, sia esse siano x16 o x1, tutti gli slot ram DDR4 presenti sulla scheda e perfino gli slot M.2. Rinforzare questi ultimi in realtà ha un significato semplicemente estetico allo stesso modo del rinforzo degli slot delle memorie RAM. Se l’idea di rinfozare le linee PCI Express nasce dalla necessità di proteggere la scheda madre da GPU particolarmente pesanti, difficilmente memorie RAM ed M.2 potranno raggiungere masse consistenti. Tuttavia questi dettagli ci ricordano che sono proprio i piccoli accorgimenti a fare la differenza.

A rendere le cose ancor più piacevoli ci pensa una struttura LED che percorre quasi per intero la MSI Z270 Gaming M7. RGB e programmabili tramite software Mystic Light, sono elegantemente posti sui principali shield della scheda tra cui quello dell’I/O, ove tra le altre cose vi è impresso il nome della scheda nonché la specificazione “Enthusiast” del prodotto, sullo scudetto del Southbridge e perfino sulle linee PCI Express utili per avere un feedback diretto di quello che sta accadento.

Il tutto fa presente a una qualità costruttiva eccellente, con assemblaggi molto precisi e materiali anche piacevoli al tatto. Si: esteticamente la Gaming M7 centra il suo obiettivo.

product_5_20170123133639_58859667ba0e21
La MSI Z270 Gaming M7 è davvero un bel vedere e riesce a dare l’impressione di essere davvero corazzata

 

CONNETTIVITA’

Quando si parla di un prodotto di fascia enthusiast, si da per escluso che tal prodotto proponga tutte le tecnologie disponibili in un dato momento. Nel caso della Gaming M7 è proprio così. Il fattore di forma è ovviamente ATX, con dimensioni standard e uno spazzio ben sfruttato e “denso” di connettività. Oltre ai già citati slot PCI Express ed M.2 (ben tre in questo caso), vi si trova la porta per memorie U.2 (quelli iper-veloci prodotti da Intel), sei prese Sata 3, sei attacchi per le ventole (utili per far decollare il vostro computer), due attacchi per USB 2.0 e altrettanti per USB 3.0 e un attacco USB 3.1 per i pannelli frontali dei case che supportano il nuovo standard. Questo ultimo connettore non è un dettaglio da poco: MSI è infatti tra le prime case produttrici ad adottare questo tipo di connettore agganciato alla scheda madre e nonostante i case che supportno lo standard USB 3.1 nel loro pannello frontale siano davvero pochissimi, la speranza è che la propagazione di questa nuova tecnologia possa incentivare all’utilizzo dello standard più veloce. Insomma: 10 Gb/s fanno gola a tutti.

Per quanto riguarda l’alimentazione, MSI ha pensato di utilizzare ben due connettori distinti. Vi si trova il classico connettore a 8-pin spesso utilizzato sulle schede madri di fascia alta, in questo caso supportato da un secondo connettore a 4-pin utile per gestire al meglio l’elettricità in entrata. Questo permette un Overclock molto facilitato, stabile e sicuro. Nel nostro caso siamo riusciti a portare un Intel Kaby Lake i5 7600K a 5.3 GHz con 1.333v a dissipazione ad aria: un risultato impressionante. Attorno al socket vi sono i “quadratini” delle fasi di alimentazione: sono undici, un numero più che buono. Ve ne è uno in meno rispetto alla SLI Plus, che tra le altre cose costa la metà. Il motivo? La Gaming M7 è molto più efficiente e riesce a gestire le risorse del processore nel modo migliore.

Parlando di efficienza, quella termica, la scheda si dimostra affidabile e con temperature molto buone. Vi è però un dettaglio che non ci è piaciuto molto, sebbene apprezziamo il tentativo di MSI. Parliamo dell’HEAT SHIELD posto in concomitanza con il primo slot M.2. Tale accorgimento dovrebbe favorire la dissipazione del calore generato dalla memoria M.2. Tuttavia la sua natura non permette alcuna dissipazione, anzi: tutto l’opposto. L’Heat Shield della Gaming M7 isola la potenziale memoria M.2 trattenendo il calore e facendo innalzare pericolosamente le temperature. E’ un grande disagio? Non proprio: gli altri slot M.2 l’heat shiled non ce l’hanno e possono essere utilizzati tranquillamente. Tuttavia MSI ha cercato di anticipare i tempi, ci ha tentato, ma in questo caso ha fallito. Non vogliamo punire la scelta dell’azienda, sicuri che il nostro feedback verrà ascoltato per una soluzione futura migliore.

product_3_20170123133640_5885966845f601
La MSI Z270 Gaming M7 offre tutta la tecnologia attualmente disponibile sul mercato

I/O

Per quanto riguarda le porte Input/Output, la MSI Z270 Gaming M7 si comporta anche in questo frangente come una vera scheda madre di fascia Enthusiast. Beh certo: vi si trova ancora un attacco PS/2 per tutti quei fanatici delle vecchie tecnologie analogiche che proprio non vogliono desistere dalle proprie convinzioni, due USB 2.0, due porte USB 3.0 e altrettante 3.1 Gen-2, una Type-A e l’altra Type-C. Vi è inoltre una porta USB supplementare denominata  “Bios Flashback“, utile per flashare una nuova versione del bios senza la necessità smanettare con il computer (o nel caso siamo in possesso di prodotti incompatibili che ci rendono impossibile l’avvio del computer).

Terminano una uscita HDMI combinata a una uscita Display Port Vr Ready, quindi ottimizzate per i visori per la Realtà Virtuale, un connettore LAN di Killer Gaming e infine il pannello audio con uscita digitale, analogica e ottica. Quest’ultimo è supportato da un processore audio con PCB indipendente dalla scheda madre e schermato dalla stessa. In questo modo il processore audio può creare suoni più puri e senza distorsioni tipiche delle interferenze elettromagnetiche. Da notare che i jack di uscita sono placcati in oro mentre il processore che li supporta è un Audio Boost PRO 4 che assicura prestazioni audio eccellenti anche senza schede audio dedicate.

product_2_20170123133639_58859667975a81
In fatto di I/O la M7 propone esattamente tutto quello che serve per sfruttare tutti i di spositivi di ultima generazione. Utilissima la porta usb “Bios Flashback”

 

COME VA IN GAMING?

Parliamo di una scheda madre di fascia enthusiast, quindi un top di gamma assoluto. Le prestazioni in gaming sono estremamente stabili, con temperature sempre contenute e una gestione delle risorse ottimale. L’ottima qualità dei materiali assicura una lunga durata nel tempo anche in caso di Overclock prepotente, il quale si dimostra facilitato anche grazie a un BIOS dall’interfaccia “umana”. A rendere facili le operazioni di overclock ci pensa anche una piccola manopola posta in basso alla scheda utile per impostare le 11 profili overclock suggeriti da MSI. Non mancano i tasti di spegnimento e reset utili in caso di emergenza e due led numerici che informano il giocatore delle temperature della scheda madre nonchè di eventuali errori individuati.

L’esperienza di gioco viene inoltre potenziata dal chip audio Audio Boost PRO 4 capace di immergerci nel pieno dell’azione mentre le porte Vr Ready ci permettono di avere uno sguardo improntato al futuro. Certamente con questa scheda madre non avrete problemi a gestire il grande carico di lavoro dovuto alla rielaborazione di titoli Vr.

manopola-overclock-msi-z270-gaming-m71
La manopola utile per utilizzare i 11 profili overclock preimpostati da MSI e i tasti di spegnimento e reset

IN THE CONCLUSION

La MSI z270 Gaming M7 è una scheda madre eccezionale. Materiali di pregio, design elegante, led posti razionalmente e una sensazione di potenza e robustezza senza pari. Sensazioni che in realtà corrispondono al vero poiché la scheda offre tutto il meglio che attualmente il mercato propone. E’ quindi una vera scheda madre di fascia Enthusiast, capace di garantire prestazioni eccezionali in qualsiasi condizione di gioco e soprattutto con la certezza di una durata nel  tempo.

E’ una scheda madre consigliata ai videogiocatori che vogliono il massimo e qualcosa di più e che soprattutto sanno e vogliono sfruttare tutto l’hardware a disposizione. Per il resto non vi è altro da aggiungere: La MSI Z270 Gaming M7 è il meglio del meglio.

Attualmente la MSI Z270 Gaming M7 è presente nel listino di Pc Hunter al prezzo di 289 euro.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.