Z270 vs X99 vs AMD X370: cosa scegliere per giocare?

2022 0

Come ogni settimana torna la rubrica di Project Hunter, quello strano spazio in projectnerd.it dedicato all’hardware per Pc Gamers convinti che proprio non sanno stare alla larga dalle novità del mercato. In questo appuntamento parleremo di una questione fin troppo spesso sottovalutata, ma che in realtà può addirittura essere determinante per godere una esperienza migliore e ottimizzata. Parlo del chipset, quella serie di controllori che vanno a regolarizzare l’intero funzionamento della scheda madre.

Come ogni volta vi invito a guardare il video per una esperienza migliore e potenziata della rubrica (lo trovate poco qui sotto), nonché vi invito a iscrivervi al canale di Project Hunter per essere sempre informati sulle ultime novità in ambito di Pc Gaming: non ve ne pentirete.

Ma bando alle ciance, ecco cosa abbiamo da dire nei confronti dei diversi tipi di chipset presenti sul mercato.

 

 

INTEL z270

Se seguite Project Hunter da qualche tempo, saprete sicuramente che qualsiasi scheda madre gaming che si rispetti con socket LGA 1151 possiede un chipset Intel Z270, ottimizzato per le soluzioni Kaby Lake. Tale è la versione potenziata del Chipset H270 ed è dedita a soddisfare tutte le difficili richieste di un videogiocatore moderno. E c’è da sottolinearlo: videogiocatore.

Il chipset in questione è infatti ottimizzato e soprattutto pensato per il gaming, tant’è che alcuni recenti test hanno sollevato importanti questioni sulla capacità di questo chipset di sfruttare al meglio le risorse durante la fruizione videoludica di un qualsiasi gioco ad alto carico di lavoro. Dal punto di vista delle linee PCI-Express gestite non cambia molto rispetto al passato, rimanendo pressapoco inalterato rispetto al Z170, anche se le linee a disposizione sono cambiate da 24 rispetto alle 20 della precedente generazione. Tuttavia, in caso di SLI, le due schede grafiche andranno a X8.

Oltre a gestire al meglio le risorse in ambito gaming con una comunicazione ottimizzata tra ram, processore e soprattutto scheda grafica, il chipset Z270 è stato pensato per una espansione di memoria senza pari. Basti pensare che le schede madre con Z270 sono compatibili con lo standard Optane Memory, ovvero con quegli SSD PCI-E capaci di raggiungere velocità simili alla memoria RAM, permettendo una lettura e una scrittura pressapoco istantanea. Ovviamente è garantita il pieno supporto a configurazioni RAID.

Dato che il chipset Z270 è rivolto principalmente ai videogiocatori, le schede madre che lo montano sono spesso caratterizzate da un design futuristico e in sinergia con l’idea di potenza ed espressività creativa.

Esempio di schede madre con chipset Z270: MSI Gaming M7

 

product_5_20170123133639_58859667ba0e21

 

Intel x99

Tale è un chipset molto particolare. Tuttavia, come spieghiamo nel video, il suo utilizzo nel gaming è pressapoco inutile. E’ l’unico chipset compatibile con la serie “Extreme” di Intel, quindi con il socket LGA-2011. Il presente socket è dedito ad accogliere i processori di fascia consumer più potenti di Intel. Stiamo parlando dell’i7 6800K, un esa-core da prezzo di 470 dollari circa e dei pesi massimi i7 6900K e i7 6950X. Quest’ultimo possiede 10 core e ben 20 threads e viene venduto a un prezzo complessivo di rica 1700 dollari.

Potreste dire che con quella potenza potreste giocarea ai videogames per i prossimi trent’anni a venire. E invece no. Il chipset X99 così come i processori compatibili è stato pensato per essere utile a chi, con il computer, ci lavora. Avere sei, otto o dieci core nel processore non fa differenza in gaming, poiché i videogiochi moderni sono ottimizzati per funzionare su due, quattro o addirittura un core. A tal proposito il rapporto prestazioni single-core volge a sfavore anche per l’i7 6950K, che in gaming non regala soddisfazioni migliori rispetto a un comunissimo i5.

Il Chipset X99 si dimostra essere una belva pensata per chi ha bisogno di tonnellate di memoria RAM e tonnellate di core per creare contenuti con programmi professionali ed esosi di risorse. Basti pensare che le linee PCI-E gestite sono ben 40 e che la ram può essere configurata in Quad-Channel per capire che con questo chipset si fa davvero sul serio.

In poche parole se acquistate una scheda madre con chipset Intel X99 per videogiocare, sappiate che state commettendo un errore. Certamente le prestazioni saranno altissime, ma non giustificherà l’enorme esborso per aggiudicarsi una scheda madre x99 e un processore Intel LGA-2011. Tuttavia, se siete produttori cinematografici in erba e vi cimentate spesso in video editing o in modellazione in 3D, allora questo chipset vi regalerà tante soddisfazioni.

Esempio di scheda madre con chipset x99: MSI x99s XPower

 

111-thickbox_default

x370

Veniamo adesso alla nuovissima proposta di AMD. Se avete seguito bene lo scorso appuntamento di Project Hunter, saprete benissimo che il nuovo processore Ryzen 7 1800X è davvero una bomba. Questo processore è riuscito a distaccare di netto le soluzioni Intel con socket LGA 1151 senza grandi difficoltà, ma soltanto in ambito di produttivià. Il fatto è che il Ryzen 7 è un processore Octa-Core, il che vuol dire che per il gaming non solo è sprecato, ma fa anche fatica. Discorso inverso per la produttività, ove la proposta di AMD da davvero il suo meglio.

Questo farebbe intuire che il chipset x370 sia dedito ad attività diverse dal gaming come la controparte X99. La realtà però non è così netta. Se le schede madre AM4 con chipset x370 riescono a comportarsi bene in ambito produttivo, lo stesso lo si potrà sicuramente dire in ambito gaming quando saranno disponibili sul mercato i processori quad-core Ryzen 5. Secondo AMD infatti, i processori Ryzen sono capaci di reggere il gaming 4K riuscendo a rielaborare il grande carico di lavoro delle prossime GPU VEGA negli anni a venire. Questo suggerisce che il chipset di AMD sia una sorta di ibrido, da una parte capace di gestire al meglio risorse per dare una spinta ai propri progetti produttivi, dall’altra invece di far comunicare al meglio i diversi componenti in caso di gaming.

Tuttavia le nostre informazioni sono al momento acerbe poiché i processori Ryzen 5 non sono ancora disponibili. Una cosa è certa: il chipset x370 non è “potente” quanto l’x99: gestisce meno linee PCI-E, meno porte USB e meno memorie di ultima generazione. Tuttavia, nonostante questo, con il Ryzen 7 riesce a garantire prestazioni eccellenti alla metà del prezzo concorrenziale. Pertanto, al momento, ci sentiamo di consigliare le soluzioni AMD soltanto per la produttività, a meno di aspettare i processori Ryzen 5.

Esempio di scheda madre con chipset x370: Gigabyte x370 gaming 5

2694-thickbox_default

IN THE CONCLUSION

Quando si parla di chipset si parla di potenzialità, progetti e risorse. Scegliere il chipset giusto non solo ci permette di sfruttare al meglio il proprio hardware, ma anche e soprattutto di garantire al nostro esborso di denaro il miglior valore possibile. Spendere tanto per avere le prestazioni che si possono ottenere spendendo anche meno della metà non ha per niente significato, soprattutto se la scelta è inconsapevole. Molto più intelligente e soprattutto appagante scegliere in base alle proprie necessità e attività quotidiane, pertanto:

z270: Gaming totale

x99: produttività totale

x370: produttività di alto livello, gaming possibile soprattutto con Ryzen 5 (supposto).

Nel caso abbiate le idee più chiare e siete in procinto di acquistare la vostra scheda madre in modo più consapevole, vi invito a dare uno sguardo al catalogo di PcHunter.it per trovare la migliore soluzione al miglior prezzo.

 

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.