House of Cards senza Kevin Spacey avrà un pubblico più vasto, parola di Michael Dobbs, produttore esecutivo La produzione della sesta stagione della serie Netflix è stata sospesa dopo le numerose accuse di molestie sessuali mosse nei confronti di kevin Spacey.

7444 0

La nuova stagione di House of Cards “avrà probabilmente la più grande audience dall’inizio dello show”.

La produzione della sesta stagione della serie Netflix è stata sospesa dopo le numerose accuse di molestie sessuali mosse nei confronti di Kevin Spacey.

Parlando delle accuse, Michael Dobbs ha dichiarato:

“emotivamente è stato uno shock tremendo, un enorme colpo per me”. ma ha aggiunto “nessun individuo è più grande dello spettacolo nemmeno io. Se cadessi sotto un autobus domani, lo show dovrebbe continuare. Migliaia di persone dipendono direttamente o indirettamente dallo show, quindi è estremamente importante che vada avanti”

Michael Dobbs ha scritto i libri da cui è stata tratta la serie House of Cards. Dopo aver pubblicato i libri negli anni ’80, ha continuato a scrivere l’adattamento dello spettacolo per la BBC, che è andato in onda nel 1990; attualmente è il produttore esecutivo della (s)fortunata serie targata Netflix.

“non sono state settimane facili, devo dire, il mio mondo sembra essersi leggermente inclinato” ha detto al programma Today di BBC Radio 4.

“abbiamo girato solo due episodi dell’ultima stagione, quindi abbiamo potuto riscriverla per intero. è stato davvero difficile. Quello che MRC e Netflix hanno fatto penso sia un lavoro davvero superbo”

Spende alcune parole anche sulla co-protagonista Robin Wright, che diventerà il personaggio centrale della trama.

“Robin Wright era già diventata la protagonista, anzi, in molti casi era lei a guidare la trama, sarà facile per lei” e aggiunge “Penso che il prossimo episodio avrà probabilmente la più grande audience dall’inizio di House of Cards, tutto il mondo lo guarderà”.

Dobbs non ha espresso un suo parere sulla faccenda Spacey, limitandosi a dire: “non dirò nulla di Spacey, perché non so nulla, altre persone decideranno da sole cosa è giusto o sbagliato, ma era ora che qualcuno a Hollywood stabilisse degli standard per la condotta personale”.

La sesta stagione di House of Cards riprenderà la produzione nel 2018 e avrà solo 8 episodi.

Ma in che modo Netflix (e anche Sony) stanno correndo ai ripari dopo il danno d’immagine subito dalle accuse di molestie sessuali che pendono su alcuni dei “cavalli di razza” della piattaforma di streaming? leggi l’articolo de lascimmiapensa.con

Giulia Cascella

Giulia Cascella

Giurista cinefila, classe 1990. La grande passione per il cinema mi ha accompagnata nei temibili anni adolescenziali, dove brufoli e amori platonici si sono mescolati ai protagonisti del grande schermo. Ho curato la regia di alcuni video pubblicitari e scattato diversi servizi fotografici.