Sondaggio

Sovraccarico, sottopagato ed appassionato: il sondaggio dei recensori dei giochi Sovraccarico, sottopagato ed appassionato: il sondaggio dei recensori dei giochi ha lo scopo di educare gli sviluppatori e le pubbliche relazioni su cosa vuol dire recensire i giochi per vivere

5916 0

Londra, 28 febbraio 2018Games PR e l’agenzia di marketing Big Games Machine hanno pubblicato il loro primo sondaggio sui giornalisti videoludici, dando una panoramica delle loro frustrazioni quotidiane e del carico di lavoro sempre crescente. Con migliaia di giochi su PC, console e dispositivi mobili lanciati ogni anno, i giornalisti sono inondati di informazioni come mai prima d’ora. Anche se questo è stato visto come un bel problema, il feedback più forte dei recensori è stato che gli sviluppatori e i PR potrebbero fare molto di più per aiutare i giornalisti a fare il loro lavoro e dare ai propri giochi le migliori possibilità di essere recensiti.

Sondaggio

 

“Capisco solo che riceviamo decine di richieste ogni settimana, ma siamo sovraccarichi di lavoro e sottopagati, quindi possiamo occuparci solo di un numero molto piccolo”.
Il rapporto – “Overworked, underpaid and passionate: a survey of games journalists” – si basa sulle risposte di 217 giornalisti di giochi di tutta Europa e degli Stati Uniti, inclusi alcuni dei siti più noti come Game Informer, PC Gamer, n3rdabl3, Recombu , Forbes, Eurogamer, IGN, VG247, Engadget, Gizmodo e 148 app. È scaricabile gratuitamente da qui.

Sondaggio

I giornalisti di videoludici in questo sondaggio hanno detto che la loro più grande frustrazione era la scarsa qualità degli annunci che ricevevano ogni giorno. Spesso, erano scritti male e riguardavano giochi che non erano pertinenti, o in alcuni casi, erano per piattaforme che il giornalista non copriva nemmeno. Mentre tutti i giornalisti sono felici di ascoltare gli sviluppatori, c’è un modo giusto e un modo sbagliato per farlo.

Sondaggio

“Ti preghiamo di comprendere che i giornalisti dei giochi sono estremamente impegnati con più revisioni di giochi contemporaneamente. Inseguire qualcuno per una recensione del gioco li infastidisce e li disgusta severamente. Essere gentili e un essere umano decente è importante! “

Con l’enorme aumento dell’influenza di piattaforme come YouTube e Twitch, le due società volevano sapere in che modo i giornalisti di giochi “tradizionali” hanno percepito la quantità di attenzione (e budget) fornita agli influencer come parte del marketing dei giochi. Per loro è stato piuttosto sorprendente scoprire che il 60% degli intervistati riteneva che il giornalismo di giochi e gli Influencer fossero professioni distinte che probabilmente avrebbero continuato a coesistere in futuro. Quelli che erano più negativi erano per lo più preoccupati dei meno rigidi standard etici che gli influenzatori sono tenuti a sopportare e dell’equivalenza presunta tra i due tipi di contenuto.

Sondaggio

“Gli influencer porteranno su un nuovo tipo di giornalismo. Se il giornalismo di videogiochi vuole rimanere rilevante con il proprio pubblico, dovrà adattarsi di conseguenza. “
Altre informazioni chiave includono:

• Quasi l’80% dei giornalisti che hanno preso parte al sondaggio hanno affermato di ricevere fino a dieci tirocini di revisione ogni giorno; Il 22% ha dichiarato di aver ricevuto tra le dieci e le venti al giorno, e il 6% ha dichiarato di aver ricevuto oltre 20 richieste al giorno – ovvero più di 5.000 richieste di revisione all’anno.

• La maggior parte dei giornalisti di giochi analizza i giochi su più piattaforme, ma il più comune è il PC – coperto dall’80% dei revisori che abbiamo ascoltato.

• Il 40% dei giornalisti ha affermato di aver esaminato i giochi mobili; tuttavia, la mancanza di punti vendita dedicati e l’enorme numero di giochi mobili lanciati ogni settimana significa che questa è probabilmente la piattaforma più difficile da ottenere.

• Nel decidere quali giochi rivedere, la rilevanza del gioco per il pubblico della pubblicazione era il fattore più importante. Meno importante era se l’app fosse basata su un marchio noto o su un IP con licenza.

• Il più grande turn-off per i giornalisti è quello di lanciare un gioco che sembra scadente, o è per una piattaforma che nemmeno coprono.

Sondaggio

“Abbiamo creato questo sondaggio perché molti degli sviluppatori più piccoli con cui parliamo non pensano davvero a come lavorano i giornalisti e cosa fa un gioco alla stampa. Con tanta pressione su pubbliche relazioni e giornalisti per far sì che i giochi siano coperti, non si sente spesso parlare dai giornalisti stessi. Quindi volevamo utilizzare le loro opinioni per aiutare gli sviluppatori e gli editori a pubblicare i loro giochi in modo più efficace e a vedere il giornalismo dei giochi da un altro punto di vista “

ha affermato James Kaye, co-fondatore di Big Games Machine.

Sondaggio

Ignazio Piras

Da che ha ricordi... ricorda di essere un NERD