Alien: Ridley Scott parla del legame fra lo Xenomorfo e il franchise Il regista torna sui suoi passi e potrebbe in futuro abbracciare nuovamente l'iconica creature, messa in secondo piano dalla saga "prequel"

4698 0

Ridley Scott torna a parlare di Alien e della strano rapporto della saga con il suo iconico protagonista, lo Xenomorfo. Il regista sembrerebbe infatti pronto a fare un balzo indietro rispetto alle sue precedenti dichiarazioni, aprendosi maggiormente nei loro confronti in vista di un possibile nuovo film prequel. La sua serie di Prequel è stata spesso discussa e criticata, ha spaccato la critica con una grande attenzione scenografica, ma anche con personaggi poco convincenti e storie piene di piccole incertezze narrative.

Quella che era realmente nata per essere una trilogia prequel di Alien, durante lo sviluppo a virato verso nuove direzioni, avvicinandosi ad un opera Spin off. Il regista ha dichiarato che “la bestia aveva quasi esaurito le batterie“, a causa di decenni di sovraesposizione attraverso sequel, fumetti e giocattoli. Aggiungendo anche che probabilmente il design della creatura non era più cosi efficacemente spaventoso e che quindi pensava di sostituirlo con David, l’A.I. di Michael Fassbender, ponendola come nuovo antagonista.

Sembrava una decisione irremovibile,  primo segno di un evoluzione della serie, ma ai microfoni di Yahoo! , Scott ha ammesso che passare sopra all’opera di HR Giger è molto difficile

 

Nella mia carriera, che è stata piuttosto lunga, c’è stata solo una persona, con il massimo rispetto per gli altri con cui ho lavorato, veramente, veramente originale. Stranamente, mi sono imbattuto in un tizio chiamato H.R. Giger e se non avessi avuto quel mostro non avremmo avuto quel film. Ho visto il disegno – il disegno è stato pensato per un libro, non un film – ed ero così preso, sono volato in Svizzera dove viveva perché non voleva prendere l’aereo perché aveva paura di volare.

Non sarebbe stato lo stesso film. Mentre il cast era meraviglioso, con Sigourney [Weaver] e Harry [Dean Stanton] e quelle persone, ma senza quell’ottavo passeggero non sarebbe stato lo stesso film. Quello che sto cercando di dire è che ci sono rarità, ci sono quelle [idee] che si verificano una volta ogni tanto, non così spesso, ma quando le trovi ti aggrappi a loro.

Lo Xenomorfo potrebbe quindi tornare prepotentemente sulla scena nel potenziale sequel, il presunto Alien: Awakening non ancora confermato dalla Fox.

Voi cosa ne pensate ?

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD