Alien: Ridley Scott vuole lasciare perdere gli alieni e concentrarsi su intelligenza artificiale Ridley Scott continua a stupire lo star system e i fan: nel prossimo film di Alien vorrebbe lasciare perdere gli alieni e concentrarsi sull'argomento dell'intelligenza artificiale

13625 0

A inizio novembre Ridley Scott aveva rilasciato a Hollywood Reporter questa dichiarazione a proposito di Alien: Covenant

Ci siamo avvicinati a Covenant con l’idea di dare un compimento ed evolvere nuovamente l’universo dell’alieno che, secondo me, era finito. Bisognava fare qualcosa di diverso, sostituirlo. Per cui avevo ragione, ero già avanti con le mie idee, avevo previsto la cosa.

Alien: Covenant ha avuto un costo di ben 97 milioni di dollari senza contare la campagna pubblicitaria, e ne ha incassati appena 240 a livello globale. Un mezzo flop anche se solo confrontato al precedente Prometheus che incassò 403 milioni con un budget di 130.

Mr. Scott ha rilasciato una nuova intervista a Entertainment Weekly durante le riprese aggiuntive di Tutti i Soldi del Mondo (All The Money in the World) confermando l’arrivo di un nuovo episodio per il franchise affermando di voler correggere il tiro e di accantonare gli Xenomorfi per dare maggior risalto alle minacce delle Intelligenze Artificiali.

Ne faremo un altro. Credo che la strada giusta da seguire contempli il mettere da parte la questione aliena. La gente dice “Devi metterci più alieni, più facce costrette dai facehugger, più chest bursting” così ne ho messi a bizzeffe in Covenant e ci stavano anche bene. Ma penso anche che se dovrò rimettere mano alla saga sarà necessario trovare delle soluzioni più interessanti. E, da questo punto di vista, ritengo che l’IA stia diventando molto più pericolosa e, per questo, più interessante.

Una domanda sorge spontanea: ma ultimamente quante ne ha azzeccate Ridley Scott?

Iarin Fabbri

Iarin Fabbri

Spadin (alias Iarin Fabbri) è uno dei fondatori di Project Nerd. E' socio fondatore di Webbare.it che è l'azienda che si occupa di tutto lo sviluppo software e montaggi video e grafica per Project Nerd. Spadin è esperto di retrogaming e comics, più che esperto, possiamo definirlo memoria storica, e si tiene informato sulle serie tv e i cine-comics