Box-office Italia: Jurassic World in vetta Il nuovo capitolo del franchise sui dinosauri è in vetta alla classifica degli incassi delle sale italiane nel weekend.

4687 0

Jurassic World – Il regno distrutto chiude il weekend con oltre 1 milione, rimanendo in vetta alla classifica degli incassi del fine settimana in Italia. Il film con Chris Pratt e Bryce Dallas Howard, diretto da Juan Antonio Bayona, ha quindi incassato un totale di 6,9 milioni al box-office.

In classifica troviamo, a seguire, rispettivamente i film 211 – Rapina in corso (York Alec Shackleton) e Ogni giorno (Michael Sucsy): si tratta delle migliori new entry della settimana, ma non riescono a superare i 100mila euro nel weekend.

In quarta posizione resiste, ma scende, Solo: A Star Wars Story: il capitolo della Star Wars Anthology, diretto da Ron Howard, riesce a raccogliere nel fine settimana altri 168mila euro aggiunti all’incasso totale, che conta poco più di 4 milioni di euro al box-office. Solo è seguito, al quinto posto, dalla new entry Mary e il Fiore della Strega, film d’animazione di Hiromasa Yonebayashi, che incassa altri 52mila euro di domenica, per un totale di 148.192 euro.

Leggi anche: Jurassic World – Il regno distrutto, la recensione

Scende anche Deadpool 2, che con i suoi 92mila euro si piazza in sesta posizione, raccogliendo un incasso totale di quasi 7 milioni di euro, ma che non riesce a replicare il successo del primo capitolo (che ne aveva totalizzati 7,4).

A seguire troviamo altre due new entry: al settimo posto si piazza A Quiet Passion, film diretto da Terence Davies che nel fine settimana chiude con quasi 69mila euro, e in ottava posizione La stanza delle meraviglie, di Todd Haynes, che esordisce con la deludente cifra di appena 66mila euro in tutto.

Risultati disastrosi al botteghino anche per Steven Soderbergh, che con La truffa dei Logan chiude il weekend incassando 62mila euro, ma non riesce nemmeno a raggiungere il milione in incasso totale (solo 711mila euro in tutto).

Chiude la classifica Dogman, di Matteo Garrone, che resiste in top ten aggiungendo, nel weekend, altri 60mila euro al suo buon incasso totale, di quasi due milioni e mezzo.

Federica Cremonini

La sua passione per la settima arte comincia quando, da piccola, scopre una videocassetta di Nightmare nascosta su una mensola in casa. Trascorsi i primi anni di cinefilia ad approfondire l'horror (in ogni salsa), passa alla seconda fase tipica di ogni appassionato: Lynch, Kubrick, Tarantino. Dopo una terza fase fatta di nouvelle vague, cinema russo e New Hollywood, decide che è finalmente pronta a dare la risposta definitiva: il suo cuore appartiene a David Cronenberg.