Jordan Vogt-Roberts ha un idea per portare nei cinema Metroid il regista di Kong: Skull Island, noto appassionato del mondo videoludico, esprime la sua folle idea per il personaggio Nintendo

4735 0

Il regista di Kong: Skull Island, Jordan Vogt-Roberts, che attualmente sembrerebbe impegnato nell’adattamento cinematografico di Metal Gear Solid, la celeberrima IP videoludica creata da Hideo Kojima ha detto la sua riguardo alla possibilità di portare su schermo la saga di Metroid.

Il filmaker è notoriamente un amante del mondo videoludico, che mostra con passione ai suoi fan tramite i suoi profili social, negli scorsi giorni  parlando con IGN ha rivelato di avere una pazza idea per adattare la popolare saga di fantascienza nata nel 1986 sulla console NES dalle menti di Gunpei Yokoi (l’uomo dietro la nascita del Game Boy) e Yoshio Sakamoto. 

Vogt-Roberts ha poi aggiunto che la sua idea per Metroid è cosi fuori di testa che non troverebbe mai i giusti finanziamenti e neppure l’approvazione della Nintendo.

Ci sarebbe solo Samus, da sola. La sentiremmo parlare fra sé e sé ogni tanto, ma per me appena introduci degli altri personaggi parlanti in giochi come questo, a mio modo di vedere, si perde tutta l’atmosfera. Devi avere lei, da sola, perché ha tutto a che fare col silenzio del film, tipo Drive no? Con questa sorta di tranquillità… Dovrebbe avere questo mood davvero intenso, ma mescolato al silenzio.

Il cineasta è convinto che uno dei grandi problemi che hanno fatto fallire parte dei cine-videogiochi, sia legato all’incapacità da parte di molti di capire le differenze fra i due media. Una problematica che porta a non riuscire a riproporre sul grande schermo l’empatia e la risposta emotiva che riescono ad offrire ai videogiocatori durante i momenti chiave di una storia.  Secondo Vogt-Roberts troppo spesso si sono concentrati troppo sulla riproposizione visiva dell’esperienza, dimenticando la parte emotiva. Il suo lavoro su Metroid avrebbe nell’isolamento di Samus Aran, la sua chiave di volta, nel  suo ritrovarsi su un pianeta ostile accompagnata solo dalla consapevolezza e dalla paranoia che una qualche creatura ostile potrebbe assalirla in ogni istante.

Un’idea realmente folle, quella che Nintendo possa cedere i diritti di un franchise cosi popolare per una trasposizione Horror fantascientifica senza dialoghi, ma che il regista vede più probabili ora che un film come A Quiet Place ha riscontrato un incredibile successo con pubblico e critica.

Voi cosa ne pensate?

Fonte: YouTube

 

 

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD