Man of Steel, la serie di Bendis avrà uno spot in TV La DC Comics ha deciso di provare nuove vie per portare i giovani lettori a conoscere il mondo del fumetto

5924 0

Brian Michael Bendis, la star del fumetto recentemente sbarcata nell’universo DC Comics ha dichiarato che le sue testate di Superman avranno una sponsorizzazione in TV negli USA.

Una scelte decisamente non comune per un fumetto, ma che secondo lo scrittore porterà un vantaggio alle fumetterie, che da anni chiedevano alle case editrici questo tipo di azione per aumentare la visibilità e l’appetibilità dei prodotti.

Una notizia che arriva dopo il recente annuncio correlato al progetto DC Universe, che oltre all’area streaming dove verranno realizzate serie esclusive e sarà possibile vedere classici come Batman di Tim Burton o la serie classica di Wonder Woman, sarà dotata di una banca dati dove leggere fumetti e una parte dove gli stessi saranno venduti, con una situazione simile a quella creata dalla concorrente con Marvel Unlimited anche se, stando alle prime dichiarazioni i fan della DC non godranno almeno inizialmente della stessa profondità di contenuti che caratterizzano Marvel U. La casa editrice di Batman sembrerebbe orientata almeno per iniziare a seguire un approccio più in stile Netflix, ovvero offrire ai lettori un catalogo che comprende una selezione di contenuti scelti, che potranno via via variare, dando tatticamente visibilità a determinati cicli o albi in previsione dell’inizio di particolari eventi nell’universo comics, ma anche sfruttando in maniera cross-mediale la piattaforma in vista del lancio di una serie TV esclusiva o di un film del DCEU.

Craig Hunegs, presidente di Warner Bros. Digital Networks, ha dichiarato:
“Sviluppare nuovi modi per i consumatori di accedere ad alcuni dei nostri marchi e franchise più famosi e iconici e a nuovi contenuti esclusivi ogni volta che vogliono e sui dispositivi che scelgono, è la priorità del nostro studio. La piattaforma DC Universe offre ai fan un posto in cui personalizzare la propria esperienza e costruire una relazione diretta con la DC in un modo mai fatto in precedenza.DC Universe è molto più di un servizio di streaming: è un luogo accogliente in cui tutti possono immergersi nel proprio livello di fandom DC, con personaggi epici, storie ed esperienze che si aspettano dalla DC”

L’intenzione è quindi quella di cercare nuova linfa vitale da portare nel mondo del comics, aggredendo in contemporanea il mondo del fumetto digitale e quello delle vendite fisiche. Il medium televisivo, usato come propaganda per la nona arte potrebbe permettere al publisher di raggiungere un numero più ampio di nuovi lettori che magari non sono mai stati attratti dai normali mezzi di pubblicizzazione e che, attirati dallo spot potrebbero iniziare a seguire la testata pubblicizzata portando introiti freschi nelle casse della DC Comics.

Un apertura di questo tipo, da parte di una casa editrice leader del settore, fa riflettere sulla difficile situazione in cui versa attualmente il settore dei comics, al punto da necessitare della spinta televisiva anche per un big come Superman.

Secondo molti siti del settore infatti il 2018 sta risultando l’anno con il minor vendite di fumetti dal 2011, questo nonostante le vendite fuoriscala di un albo come Action Comics #1000 . Certo i numeri presi in esame non hanno potuto ancora tener conto di altre uscite che hanno destato molto interesse come Amazing Spider-Man #800 e l’ormai molto noto Batman #50, uscito negli Stati Uniti proprio il 4 Luglio 2018.

Voi cosa ne pensate della scelta di pubblicizzare Man of Steel?

 

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD