The batman Projectnerd.it

The Batman: Cosa possiamo aspettarci dal prossimo film sull’uomo pipistrello Nell'ultimo periodo le voci riguardo alla pellicola standalone si sono intensificate, ma rimangono alcuni misteri da risolvere

6718 0

Nel mondo dei cine-comics, fra i fan del mondo del fumetto, si continua a parlare di The Batman, quello che probabilmente sarà il prossimo titolo standalone dedicato al protettore di Gotham City, i cui lavori dovrebbero iniziare già nel 2019 e che sarà affidato da Warner Bros. nelle mani di Matt Reeves.

The Batman: C’è ancora spazio per Ben Affleck?

Una pellicola nella cui ombra si nascondo ancora numerosi misteri, primo fra tutti il nome dell’attore protagonista. The Batman infatti potrebbe essere un modo trovato dalla coppia DC\ Warner per effettuare una sorta di soft-reboot del personaggio, affidato attualmente a Ben Affleck, il quale non ha suscitato molto il gradimento degli spettatori, alcuni dei quali ancora attratti dall’ultima versione dell’uomo pipistrello di Nolan, molto diversa da quella proposta loro successivamente dall’universo DCEU e per questo rimasta indigesta.

The Batman ProjectNerd.it

Un film che potrebbe approfittare a pieno del periodo “isolazionista” dell’universo DC Comics, dove a farla da padrone saranno più titoli dedicati al singolo rispetto a gruppi come quelli di Justice League, in programma infatti abbiamo prodotti come Aquaman, Flash o il sequel di Wonder Woman, che non prevederebbero quindi una ricomparsa di Affleck e lascerebbero la possibile new-entry  nel ruolo, ancora da scovare, libera di provare a prendersi i favori del pubblico.

Una pellicola fra passato e universi paralleli

Un altro dei misteri legati a questa nuova pellicola è infatti il suo collocamento all’interno del mondo costruito dalle pellicole targate Warner, le intenzioni della produzioni si rivolgono al passato del personaggio, alle sue origini, tanto da scomodare uno dei capisaldi della letteratura dell’uomo pipistrello come BatmanAnno Uno di Frank Miller. Una scelta di questo tipo può consentire agli studios di collocare temporalmente gli eventi all’interno dello schema generale del DCEU cosi come di giocare la carta del World’s of DC, l’etichetta lanciata dalla produzione durante il Comic-Con di quest’anno e che andrà a raccogliere l’insieme degli universi del mondo DC, una sorta di grosso contenitore per tutte le pellicole che vedono per protagonisti gli eroi della casa editrice, togliendo di mezzo di fatto il vincolo di continuity e aprendo le porte ad un multi-verso simile a quello che caratterizza il contorto universo dei fumetti,uno spazio dove quasi sicuramente troverà spazio il Joker con Joaquin Phoenix. Il regista di Cloverfield a tal proposito è stato sibillino rispondendo a chi gli chiedeva dell’argomento con un: “Ci sono delle maniere tramite le quali si collega alla DC, al suo universo. Siamo un tassello fra i tanti e non dirò nulla di più in aggiunta al fatto che sono davvero molto focalizzato su questo aspetto del mondo DC”. Che nel futuro del DCEU ci siano previsti viaggi negli universi?

Una cosa però è certa, le origini del personaggio sono state mostrate in diverse occasioni, forse in più occasioni che per ogni altro super-eroe, quindi non è da escludere che la produzione possa prendere la decisione di seguire la rotta tracciata dalla concorrenza Disney con Spider-Man: Homecoming, ovvero sfruttare in maniera quasi sibillina la pregressa conoscenza del personaggio per evitare di propinargli nuovamente la stessa storia, ormai trita e ritrita, lasciando spazio ad una storia completa che può così forgiare una sceneggiatura più snella senza il fardello della storia di origini.
La struttura narrativa di Anno Uno, inizialmente indiziata per fare da base alla pellicola, è già stata usata in passato proprio da Nolan per strutturare la sua trilogia con la prima pellicola, Batman Begins, ecco perchè Reeves si è premurato di smentire questa possibilità con la stampa, per mettere in chiaro come questa nuova, ennesima, iterazione del personaggio sarà differente da quelle viste fino ad ora.

L’uomo pipistrello sarà solo nel suo nascondiglio?

Una domanda interessantissima però non è stata ancora posta al regista, The Batman forse non sarà in continuity con il resto dei film DC, ma con Joker? In passato la produzione ha spesso dichiarato che questo nuovo film non avrebbe rappresentato una versione diversa del pipistrello, ma solo più giovane di quella vista in Justice League, ma nelle ultime dichiarazioni l’argomento non è stato più affrontato, se il film di Reeves venisse ambientato nel mondo DCEU, potremmo escludere con certezza un apparizione del principe del crimine, che per questioni di continuità rimarrebbe legato all’attore Jared Leto (salvo abbracciare la teoria dei 3 joker dei fumetti),  ma qualora la Warner decidesse di ambientare questi due titoli standalone nello stesso mondo, potrebbe tenere in considerazione uno schema simile a quello messo in atto con 2 mostri come King Kong e Godzilla, dedicando loro 2 film separati e poi portandoli assieme sullo schermo, uno schema di questo tipo potrebbe rimandare la decisione sull’inserimento nell’universo principale, permettendo agli studios di valutare diverse ipotesi con in mano i risultati al botteghino.

the batman ProjectNerd.it

Le alternative a Joker per un ruolo da cattivo non mancano, la gallery dei villain da cui pescare è molto vasta, ma anche in questo caso crediamo che la produzione possa evitare, almeno inizialmente, di scontrarsi direttamente con la trilogia con protagonista Bale, un paragone che risulterebbe scomodo da affrontare frontalmente, questo ci porta ad escludere anche nomi come Bane, Lo Spaventapasseri e Due Facce, ma rimangono in circolazione grandi classici come L’enigmista, Mr Freeze e quello che forse è il primo della lista: Il Pinguino.  Nato con il nome di Oswald Chesterfield Cobblepot, questo personaggio è tornato fra i nomi che contano grazie al ruolo all’interno della serie Gotham, dove è interpretato da Robin Lord Taylor, nel mondo del cinema però è assente ormai da moltissimo tempo, da Batman Il ritorno dove aveva il volto di Danny DeVito, si era parlato di lui come possibile avversario delle Birds of prey, ma non è da escludere che il suo legame forte con il mondo della malavita e le intenzioni della produzione di dare un tocco d’indagine alla pellicola, possano portarlo in cima alla lista dei possibili cattivi di The batman.

Non ci rimane che aspettare per sapere quante e quali dei nostri quesiti riguardo alla pellicola troverà risposta, voi cosa ne pensate ?

 

 

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD