Quicksand: la recensione della serie TV Arriva dalla scandinavia la nuova serie thriller disponibile su Netflix

4284 0

Arriva dal mondo della letteratura scandinava la nuova serie thriller Netflix Quicksand, trasposizione in sei episodi del romanzo Sabbie mobili: Tre settimane per capire un giorno (Störst av allt) di Malin Persson Giolito, pubblicato nel 2016 e vincitore di numerosi premi.

La serie inizia all’interno di una scuola, una classe colpita da una raffica di proiettili e una ragazza, con un fucile accanto e le mani insanguinate . La diciottenne in questione è la protagonista Maja, accusata dell’omicidio di 5 persone tra cui il sui fidanzato, ma sarà veramente questa la realtà ?? per scoprirla rivivremo passo passo la storia della ragazza, il suo passato verrà svelato da una serie di flashback che ci diranno sempre di più su lei, il mondo che la circondava e sulla sua storia d’amore con Sebastian.

Quicksand è una serie rapida, racchiudere la struttura intera della storia in soli 6 episodi costringe trama e montaggio a tentare di tenere alta l’attenzione dello spettatore, cercando di mostrare ciò che la sempre perfetta organizzazione scandinava nasconde nel suo microcosmo. Un mondo elitario fatto di vacanze costosissime in Francia, feste sfarzose e alta borghesia,immerse nella classica- e ben sviluppata -fotografia dai toni freddi e glaciali che ci fanno capire istantaneamente che lo show proviene dal nord europa.
Ovviamente al centro della sceneggiatura c’è Maja, interpretata dalla giovane Hanna Ardéhn (classe 1995) in maniera molto più che convincente. L’attrice è fulcro della storia, chiamata a un ruolo non semplice che la vede attirare sulla sua figura l’attenzione degli spettatori e che la vedrà “evolversi” con il passare degli episodi, rivelando la sua natura. spesso volutamente lasciata ambigua dagli autori per aumentare l’interesse in uno schema che – fino alla fine – ci lascerà confusi su chi sia la vittima e chi il carnefice.

Quicksand si è rivelato essere un thriller godibile, nulla di qualitativamente eccelso. ma sicuramente di buona fattura nell’insieme, una serie adatta per chi è in cerca di qualcosa di breve, magari da usare come intermezzo aspettando l’uscita della nuova stagione della vostra serie preferita.

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD