Robocop: in arrivo la serie-prequel incentrata su Dick Jones Pensata per la TV, si concentra sul corrotto presidente di OCP per fare satira sul mondo attuale

179 0

Secondo quanto dichiarato dallo sceneggiatore Edward Neumeier, già conosciuto per aver sceneggiato i precedenti RoboCop, il lavoro con MGM ha avuto inizio: è in arrivo la serie ispirata agli eventi precedenti al 1987 e alla creazione stessa del robot poliziotto più famoso degli anni ’90.

Il personaggio del giovane Dick Jones (originariamente interpretato da Ronny Cox) è risultato a Neumeier e agli altri sceneggiatori Dave Parkin e Rob Gibbs, non solo estremamente interessante al punto da renderlo protagonista della storia, ma anche altamente emblematico della malvagità che dilaga nel mondo attuale. Insomma, proprio come per i precedenti film su RoboCop, anche questa serie intende muoversi come una mordente satira sulle brutture del reale attraverso un villain.

Fondatore della OCP (Omni Consumer Products) e del fallimentare progetto Enforcement Droid Series 209 (EDS-209), Jones vede nel Robocop program la fortunosa creazione di un poliziotto-cyborg da plasmare psicologicamente e la possibilità di farla franca nel perseguire affari loschi, avendo dalla propria parte un agente imbattibile che possa combattere il crimine, senza però mai intaccare gli interessi dei membri corrotti della sua Corporation.

 I resti del cadavere e la stessa memoria di Murphy, poliziotto-eroe caduto durante una missione, vengono quindi integrati all’interno dei circuiti elettronici di un androide. Grazie all’aiuto della storica compagna dell’agente mentre era in vita, Anne Lewis, i ricordi tornano in superficie: l’inflessibilità di fronte al crimine e l’intransigenza di fronte al male, proprie dell’indole di Murphy, sono un’eredità scomoda, insopportabile per la OCP e Jones stesso. Eppure, RoboCop resta un robot i cui comportamenti risultano vincolati a percorsi precisi all’interno di binari pre-stabiliti dai suoi creatori.

Ad espandere l’universo di RoboCop, si aggiunge anche un sequel intitolato Robocop Returns, basato sulle idee dello stesso Neumeier (produttore del progetto) e del co-sceneggiatore del film Michael Miner nel lontano 1988. Nessuna data è stata ancora comunicata dalla MGM relativamente all’uscita.