Shazam! Furia degli Dei: La recensione in Anteprima

421 0

Le avventure di Shazam tornano in sala con Shazam! Furia degli Dèi di David F. Sandberg, che noi di ProjectNerd.it abbiamo avuto la possibilità di vedere in anteprima negli scorsi giorni, per potervene parlare come sempre in maniera SPOILER FREE

Dotati dei poteri degli dei, Billy Batson e gli altri membri della famiglia adottiva con cui vive stanno ancora imparando a destreggiarsi tra la vita adolescenziale e quella di supereroi adulti. Si ritroveranno però a fronteggiare le Figlie di Atlante, un vendicativo trio di antiche divinità giunte sulla Terra alla ricerca della magia che è stata loro rubata molto tempo fa. Così Billy, alias Shazam, e la sua famiglia, torneranno in azione per salvare i loro superpoteri, le loro vite e il destino del mondo.

Torna tutto il cast del film precedente, con l’aggiunta del trio di villain composto da Rachel Zegler (“West Side Story”), Lucy Liu (il franchise di “Kung Fu Panda”) e Helen Mirren (“Fast and Furious 9: The Fast Saga”) .

Le aspettative con cui ci siamo approcciati alla visione di questo film erano quelle di trovare una pellicola divertente, che riprendesse le vibes un po’ scanzonate che avevano caratterizzato il film precedente, un obbiettivo totalmente centrato da questo Shazam! Furia degli Dei, che nel complesso si è rivelato un film veramente molto simpatico .
La pellicola con protagonista Zachary Levi è riuscita ad intrattenerci e strapparci la giusta quantità di risate, ha il pregio di non sembrare prendersi mai troppo sul serio e di sfruttare al meglio il suo aspetto più corale, quello più legato alla Shazam Family ( con tanto di battuta dritta dritta verso un altro franchise ben noto ).
Oltre a Levi a convincere è l’intero cast di comprimari, come detto prima questo titolo è riuscito a dare il giusto spazio ad ognuno dei personaggi, dare loro un momento sotto i riflettori e tratteggiarli quanto basta da farli diventare tridimensionali agli occhi dello spettatore, questo anche grazie a buone scelte in fase di casting che hanno coinvolto nel progetto attori come Adam Brody, Grace Fulton e Ross Butler .
Il trio delle antagoniste rappresenta un buon innesto, una versione quasi speculare della famiglia disfunzionale del protagonista, i personaggi come da standard cinecomics sono poco approfonditi, ma anche grazie al carisma delle loro interpreti le tre dee fanno un buon lavoro, dando vita anche a combattimenti ben pensati

La CGI è presente in discreta quantità ( non alla quantumania per dire ) e diciamo che la sua riuscita è altalenante, in alcuni momenti convince e in altri un bel po’ meno, ma nell’insieme non abbiamo mai momenti in cui avremmo voglia di strapparci gli occhi.

Inutile dire che rimane la presenza ingombrante dell’elefante nella stanza, quell’ingombrante reset che si avvicina inesorabile sotto forma di The Flash e che sembra essere destinato a dare un grossissimo colpo di spugna all’intero universo DC\ Warner, lasciandolo pronto per l’arrivo trionfale di James Gunn. Fino al termine di quella pellicola sarà difficile capire chi o cosa sopravviverà nel futuro del DCEU e di conseguenza anche quale sarà il destino di questo personaggio, che anche in questo secondo capitolo è riuscito a centrare completamente il suo obbiettivo e che quindi non ci dispiacerebbe vedere comparire nuovamente in futuro. Le due post credit sembrano puntare lo sguardo verso il futuro, ma ormai siamo abituati a vedere porte aperte sul nulla quindi, ben poche illusioni sotto questo punto di vista.

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD