BioShock: The Collection è esattamente ciò che volete

1403 0

Se non avete mai avuto occasione di giocare almeno un titolo della serie di BioShock in tutti questi anni allora vi meritate la trivella di un Big Daddy sui denti per la vostra negligenza. E poi, giusto per stare tranquilli, un bel battesimo nello stile di Columbia, in modo da espiare le vostre colpe da peccatori. Perché si dà il caso che i capolavori partoriti dalla mente di Ken Levine e plasmati magistralmente dai ragazzi della defunta (pace all’anima sua) Irrational Games, oltre ad essere le opere videoludiche preferite in assoluto dall’autore che sta scrivendo questo articolo, rappresentano anche il tentativo forse più riuscito di elevazione del medium, avendo dimostrato all’inizio della scorsa generazione di console come i videogiochi fossero effettivamente in grado di trattare sapientemente tematiche di natura politica, etica, filosofica e artistica. Partendo tra l’altro da presupposti effettivamente accademici, essendo l’epopea di Rapture basata sui lavori letterari della filosofa e teoricista economica Ayn Rand, primo fra tutti “La Rivolta di Atlante” (sebbene lo scopo di Levine fosse propriamente quello di contestare le sue teorie, e assestare una dura mazzata al mito del Liberismo economico made in USA).

Ad ogni modo, politica o non politica i BioShock sono anche un eccezionale esempio di game design fatto bene, deliberatamente vecchia scuola ed estremamente ragionato, perciò se non ne avete avuto un assaggio nove anni fa 2K vi propone un’altra chance: il 16 Settembre 2016 verrà rilasciata la raccolta contenente i tre capitoli rimasterizzati in alta definizione e a 60fps, usufruibili su PS4, Xbox One e PC. Oltre ai titoli principali saranno presenti tutti i DLC usciti fino ad ora, più alcuni contenuti speciali inediti quali i Dietro le quinte o il commento di registi e art director.

Sfortunatamente non sarà presente la modalità multiplayer del 2, e la versione di BioShock Infinite non verrà particolarmente ritrattata essendo il titolo uscito in tempi piuttosto recenti. Tutto questo difatti potrebbe scoraggiare i giocatori PC dall’acquisto, visto che potrebbero benissimo godere delle stesse versioni ad un prezzo molto più contenuto, perciò 2K sulla scia di Bethesda ha deciso di rilasciare al momento dell’uscita un aggiornamento grafico gratuito per chiunque possedesse già i primi due giochi. Ottima mossa.

Il vizietto delle remastered ormai ultimamente sta passando dentro tutti i grandi publisher: da una parte onestamente sono piuttosto preoccupato che queste iniziative alla lunga possano appiattire l’offerta del mercato moderno, ma dall’altra sono conscio dei numerosi aspetti positivi di tali pratiche, dal momento che permettono anche ai giocatori più giovani di riscoprire senza traumi le glorie del passato (favorendo di conseguenza lo sviluppo culturale) e dando l’occasione ai veterani di rivivere quelle amate esperienze godendo al tempo stesso delle tecnologie moderne. Dopotutto un titolo come BioShock è fortemente atmosferico, fa dell’immersione il suo piatto forte, perciò una fluidità elevata e un livello di dettaglio maggiore contribuirebbero sicuramente a migliorare questo aspetto. Allo stesso modo trovai ai tempi BioShock Infinite piuttosto castrato, con una PS3 o una 360 non in grado di fare giustizia ai combattimenti concitati per le rotaie fluttuanti di Columbia, dimostrando che forse Booker DeWitt si sarebbe forse sentito a proprio agio su una console di nuova generazione o, ancora meglio, su un PC di fascia alta.

Dunque se siete dei giocatori console e fino ad ora non avete mai messo a mollo i piedi nelle acque salate di Rapture, né tantomeno fatto a cazzotti con un Handyman, è ora che voi compriate questa collection, non appena sarà uscita. Per cortesia.

Jake Joke

Jake Joke

Eclettico e poliedrico, ama fare esperienza di ogni sezione dello scibile umano, specie quando si tratta di videogiochi, dove non disdegna alcun genere. Librofilo, appassionato di Filosofia e abituato a fare pindariche elucubrazioni che spesso non portano da nessuna parte. Sogna di sposare Ken Levine.

There are 1 comments

Comments are closed.