geostorm

Geostorm – La recensione Un disaster Milkshake con Gerard Butler

6211 0

Chi va con lo zoppo impara a zoppicare, chi lavora una vita con Roland Emmerich impara a devastare il mondo, questa la spiegazione di come l’ex sceneggiatore di Godzilla e Indipendence Day, Dean Devlin, sia sbarcato nei cinema con un disaster movie chiamato Geostorm.

Un film la cui trama fa più o meno così :

La terra era devastata da un clima pazzo, ma lo scienziato più geniale e ribelle del mondo ha salvato tutti con il suo Dutch Boy, un sistema satellitare in grado di comandare il clima, salvo poi essere gentilmente accompagnato alla porta da suo fratello, che a differenza sua lavora in politica. Qualche anno dopo il Dutch Boy inizia a necessitare di un tagliando e quindi gli amici dello zio Sam optano per rispedire lo scienziato nello spazio per finire la revisione, scoprendo un complotto.

Sulla carta ci troviamo davanti ad una sorta di Emmerich Feat Michael Bay, fra devastazione globale e sano patriottismo nulla che non sia già stato visto in ogni altra salsa nel ciclo alta tensione la domenica pomeriggio, in pratica è un film Asylum con un budget gigante.

geostorm
Osama Freeze Laden?

Inutile aggiungere che Geostorm non raggiunge in nessun modo le opere dei 2 araldi di Shiva il distruttore, si prende il tempo giusto per mettere in mostra un piccolo dramma familiare (fratelli in contrasto,un climax perfetto per ogni occasione ), però ha il pregio di mettere nel calderone una lacrimuccia spaziale citando Gravity, una sorta di best of di altri film dove tutto è già visto.
Un cast di nomi interessantissimo a partire dal protagonista Gerard “Leonida” Butler e proseguendo con Jim Sturgess, Abbie Cornish, Robert Sheehan, Andy Garcia e Ed Harris, certamente un cast ben sopra il livello classico dei disaster movie che si ritrova alle prese con un manipolo di personaggi ultra stereotipati e finendo quindi per lavorare il minimo sindacale.

geostorm

Non posso dire che Geostorm sia un brutto film però non riesce ad intrattenere quanto dovrebbe, le scene sono belle da vedere, ma non abbastanza da giustificare del tutto la spesa di un biglietto del cinema intero, ma fra amici con popcorn e birra fresca è godibile.

 

 

 

 

 

  • 5.5/10
    Trama - 5.5/10
  • 6/10
    Personaggi - 6/10
  • 6/10
    Fotografia - 6/10
5.8/10

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD