god of war ps4

God of War PS4 – 5 cose da tenere a mente Il fantasma di Sparta sta per tornare con God of War PS4

5859 0

Cinque cose da sapere su God of War PS4

God of War è sempre stata una delle proprietà intellettuali di Sony migliori mai prodotte dalla sua concezione nel 2005, ciò è dovuto anche alla sua incredibile capacità di mantenere alti gli standard negli anni. Con l’eccezione del non tanto migliore Ascension, ogni gioco della serie ha sempre saputo coinvolgere al punto che basta avere le parole “God of War” nella cover del titolo per dargli una specie di marchio di qualità.

E dopo 5 anni di pausa, Kratos sta per tornare, con God of War PS4 e le cose sembrano essere molto differenti rispetto a prima. Telecamera fissa andata, setting della mitologia greca andato, QTE andati, andati persino le mitiche lame dello spartano. Il seguito, intitolato semplicemente God of War, sempre più cosciente di sé stesso, più intimo e più maturo.

Combattimenti

god of war ps4

La serie oramai è associata alle lame del caos nel corso degli anni, è quindi stata accolta con un certo clamore la notizia che il prossimo gioco per PS4 di God of War avrebbe avuto un tipo di armi differenti. Nel gioco in arrivo, lo spartano sarà equipaggiato con un’ascia, (chiamata Leviatano) e uno scudo, ciò vuol dire che il combattimento sarà molto, molto differente da ciò che i fan della serie erano abituati. Kratos sarà inoltre in grado di lanciare la sua ascia ai nemici e poi rievocarla tra le sue mani, come Thor col suo martello e mentre non avrà la sua ascia, potrà scazzottare i nemici coi pugni o sbatterli con lo scudo.

La rabbia dello Spartano

god of war ps4

Kratos è un tipetto irascibile. In poche parole, l’acqua è bagnata e abbiamo appena saputo che Mario è un idraulico. No, ma seriamente, la rabbia di Kratos è molto più del tratto di un personaggio reso in maniera esagerata. La sua rabbia è una importante meccanica di gameplay che ha permesso alla serie negli anni di rendere Kratos invincibile quasi totalmente ed estremamente potente. Questa meccanica, almeno, non è scomparsa del tutto. Un po’ come i giochi passati, premendo il pulsante dello stick analogico, quando il gioco lo permetterà, Kratos libererà la sua rabbia Spartana e non vediamo l’ora di vedere come sarà.

Ambientazioni dinamiche

god of war ps4

Le ambientazioni giocheranno un ruolo importante insieme al combattimento del gioco. Se nei giochi passato ci si concentrava solo sulle armi di Kratos e le sue abilità soprannaturali, a questo giro i giocatori saranno in grado di usare l’ambiente circostante al loro vantaggio. Attaccare i nemici ai muri con l’ascia sarà soltanto una delle tante chicche.

Atreus

god of war ps4

Indubbiamente, uno dei molti grossi cambiamenti che faranno parte del gioco è l’introduzione di un pargolo. Il figlio di Kratos, Atreus, che lo accompagnerà per il gioco, divenendo così un elemento vitale della narrazione. Il suo coinvolgimento farà parte del gioco in modi molto simili a quanto accaduto in The Last of Us con Ellie. Durante il combattimento, ci sarà un bottone dedicato ad Atreus, che gli permetterà di stordire ed attaccare i nemici così da aiutare suo padre.

Esplorazione

god of war ps4

Il gioco non sarà un’avventura lineare come accaduto coi precedenti God of War, ma nemmeno un open world. Sarà semplicemente un’esperienza guidata, ma non lineare, con aree e boss opzionali. Ma quanta esplorazione libera ci sarà nel gioco? A me piacerebbe qualcosa alla Rise of the Tomb Raider. Anche se non so esattamente quanto quel tipo di esplorazione si adatti ad un gioco come God of War, che, a vedere i giochi passati della serie, fa quasi ridere. Vedremo che atmosfera ci sarà, e di conseguenza, quanto gli si adatterà.

God of War PS4 uscirà il 20 Aprile 2018 esclusivamente su PS4 e PS4 Pro.

fonte

Manuele Musso

Manuele Musso

Scrittore improvvisato tra romanzi, sceneggiature e testi brevi. Ama i videogiochi, sarebbe capace di scrivere qualsiasi cosa su questi. Tende a guardare di più all'interfaccia di un videogioco piuttosto che al gameplay in sé, senza contare che pensa solo a quanto è smussato un poligono.