Doctor Strange 3

Doctor Strange strappa una Pietra dell’Infinito dalle mani di un supervillain Nel terzo numero della serie Marvel Comics lo Stregone Supremo si appresta a diventare protagonista di Infinity Wars

5231 0

Attenzione SPOILER: il seguente articolo contiene spoiler su Doctor Strange #3, attualmente in vendita negli Stati Uniti

Stephen Strange è pronto per essere uno dei protagonisti di Infinity Wars. Nel terzo numero della serie Doctor Strange, lo Stregone Supremo entra in possesso di una delle Pietre dell’Infinito strappandola dalle mani di un supervillain dell’universo Marvel Comics: Super-Skrull.

Doctor Strange #3, attualmente in vendita negli Stati Uniti, è scritto da Mark Waid, con disegni di Jesus Saiz, autore anche della copertina. Nell’albo vediamo Stephen che continua a navigare nella galassia alla ricerca di nuove fonti magiche insieme alla sua nuova complice Kanna. Doctor Strange ha trascorso settimane in viaggio da un pianeta all’altro, scoprendo nuovi artefatti e apprendendo da incatatori alieni segreti magici che hanno notevolmente aumentato il suo potere.

Durante una sessione di riparazioni alla nave, Kanna dice a Stephen che la loro prossima destinazione è il pianeta Tarmax, dove risiede un mago chiamato Mt’Nox. C’è solo un problema: Mt’Nox è uno Skrull.

Stephen non vuole imparare la magia degli alieni mutaforma, considerando ciò che hanno fatto alla Terra. Afferma addirittura di non essere nemmeno a conoscenza dell’esistenza di stregoni tra gli Skrull. Per Kanna, tuttavia, si tratta di un’occasione da non lasciarsi sfuggire.

I due sbarcano dunque sul pianeta e si avvicinano a Mt’Nox, che sta usando i suoi incantesimi su un oggetto di color verde. Quando si trova in prossimità dello Skrull, Stephen si rende conto di cosa sta accadendo: Mt’Nox sta studiando la Pietra del Tempo. L’alieno, inoltre, non è da solo: con lui c’è Kl’rt, il Super-Skrull.

In realtà, si tratta della ricostruzione della Pietra del Tempo scomparsa anni fa, quando Capitan America, durante gli eventi di Incursion, aveva provato ad usare le Pietre dell’Infinito per impedire a due pianeti di scontrarsi. Attualmente Mt’Nox è in grado solamente di effettuare brevi viaggi nel tempo di circa mezzo minuto, ma Super-Skrull chiaramente non si accontenta di questo: Kl’rt vuole usare la Pietra per riportare l’Impero Skrull al suo antico splendore.

Doctor Strange si appresta dunque ad affrontare Super-Skrull, a cui sottrae la Pietra. Come la sua controparte cinematografica, lo Stregone Supremo utilizza l’artefatto per spostarsi nel tempo e creare numerose copie di se stesso, in modo da sovrapporle e sferrare un unico potentissimo colpo agli Skrull.

Dopo aver abbandonato il pianeta Tarmax, Stephen chiude la Pietra in uno scrigno a cui non può accedere nemmeno lui, almeno finché non riuscirà a capire come sbarazzarsene.

Nella gallery di seguito trovate la cover di Doctor Strange #3 e due tavole estratte dall’albo.

Acquisisce dunque significato l’immagine mostrata nei mesi scorsi da Marvel Comics in preparazione dell’evento Infinity Wars, in cui viene mostrata la cover del secondo numero della serie. Nell’illustrazione sono rappresentati i detentori delle Pietre dell’Infinito, tra cui Doctor Strange, che però all’epoca non era ancora in possesso di nessuno degli oggetti magici.

Ora le cose sono invece cambiate, e sebbene Stephen affermi di non voler utilizzare la Pietra, volente o nolente dovrà essere protagonista di Infinity Wars. E’ solo questione di tempo.

Fonte: CBR

Roberto Iacopini

Roberto Iacopini

Classe 1984, insegnante, giornalista, sta ancora cercando di espandere il suo cosmo per raggiungere il settimo senso...ma si accontenterebbe del quinto e mezzo