breaking bad projectnerd.it

Breaking Bad: Bryan Cranston parla dell’improvvisazione nell’episodio Ozymandias Grazie ad un colpo di fortuna, l'attore ha potuto improvvisare donandoci così uno degli episodi più toccanti di sempre.

9832 0

Nell’episodio Ozymandias, diretto da Pian Johnson e scritto da Moira Wallet-Beckett vi è una delle scene più toccanti dell’intera serie di Breaking Bad.
 Dopo 59 episodi l’impero di Walter White crolla e distrugge tutto, incluso il rapporto con sua moglie e suo figlio. L’episodio è noto per i suoi colpi di scena, come la morte di uno dei personaggi principali; ma il momento più toccante è quello in cui Walter rapisce sua figlia, Holly.

Verso la fine dell’episodio vediamo Walter fissare la sua piccola Holly, mentre la bambina chiama la mamma, spingendo Walter ad un’importante introspezione e a rivalutare le sue azioni. Come ha rivelato Walley-Beckett nel 2016, la madre della bambina che interpreta Holly era appena fuori dall’inquadratura  e così la bambina ha chiamato la mamma, mentre le telecamere stavano ancora girando. “È stato come se in qualche modo avesse capito cosa stesse accadendo” ha affermato Melissa Bernstein.

Ci stavamo preparando per un colpo da maestro in bagno, con me e la bambina – ha ricordato Cranston riguardo alla scena – Ed è stata la prima volta che abbiamo detto, ‘Ok, facciamolo’, e abbiamo delicatamente preso la bambina. [La madre era lì vicino] che ha esclamato ‘mamma, mamma.’ Sapevamo di avere oro tra le mani.

Cranston ha affermato di aver avuto gli occhi fuori dalle orbite quando ha sentito la bambina chiamare la mamma

La cosa straordinaria è che Bryan ha proseguito – ha detto Walley-Beckett – E gli si è spezzato il cuore. È stato più di quanto avrei potuto sperare in fase di scrittura. Questo è uno di quei colpi di fortuna che probabilmente non si ottengono due volte nella vita – ha aggiunto Johnson – È stata una delle migliori performance dell’intera serie. Quella bambina sembrava così triste. Vi prometto, nessun bambino è stato ferito nell’episodio.

Cranston ha affermato che girare quella scena gli ha permesso rivalutare l’importanza di Breaking Bad come opera televisiva.

È un dramma così avvincente – ha detto Cranston – Ciò che è più importante è che arriva al momento giusto. Dico sempre che Breaking Bad è stato lo show televisivo perfetto, perché sarebbe stato un film terribile, giusto? Avremmo dovuto comprimere e tagliare, saltare e estrarre una quantità enorme di materiale, di crescita e sviluppo, e la spirale discendente di quest’uomo, e la disintegrazione della sua anima. Tutto ciò sarebbe andato perduto.

Fonte: CinemaTown.it

 

 

 

Giulia Cascella

Giurista cinefila, classe 1990. La grande passione per il cinema mi ha accompagnata nei temibili anni adolescenziali, dove brufoli e amori platonici si sono mescolati ai protagonisti del grande schermo. Ho curato la regia di alcuni video pubblicitari e scattato diversi servizi fotografici.