Cyberpunk 2077: confermata la presenza di finali multipli Ottime notizie per i fan che attendevano risposte sulla longevità del videogame

3077 0

L’ambizioso RPG targato CD Projekt Red è stato senza ombra di dubbio il titolo più chiacchierato dell’E3 per via dell’inaspettato coinvolgimento di Keanu Reeves, annunciato con uno spettacolare trailer. La star di Matrix e John Wick vestirà i panni di Johnny Silverhand, personaggio che ricoprirà un ruolo fondamentale all’interno del gioco.

Ma non è tutto, perchè stando a quanto dichiarato dal Quest director Mateusz Tomaszkiewicz, Cyberpunk 2077 sarà composto da finali multipli e ogni decisione presa dagli utenti nel corso dell’avventura corrisponderà a precisi conseguenze. Una struttura ludica in linea con il mastodontico lavoro precedente della software house, ovvero The Witcher 3, in cui erano presenti tre finali principali.

Il director ha poi confermato che sarà possibile giocare l’intera campagna senza l’ausilio di potenziamenti, eccezion fatta per i due assegnati automaticamente durante il prologo, e che si potrà completare il gioco totalmente in modalità stealth, senza uccidere nessuno. Il team di sviluppo sta anche valutando la possibilità di inserire la “Photo Mode”, ormai presente in ogni titolo tripla A che si rispetti, ma il tutto è ancora in fase embrionale.

Vi ricordiamo che Cyberpunk 2077 è ambientato in un futuro distopico dove le Megacorporazioni hanno preso il sopravvento e la nazione americana è allo sbando, con il governo federale completamente collassato. I giocatori assumeranno il controllo di V, un mercenario in ascesa in un mondo di guerriglieri cibernetici, esperti tecnologici e hacker della vita aziendale. L’atteso titolo sarà pubblicato il 16 aprile 2020 su PC, PlayStation 4 e Xbox One, seppur gli sviluppatori non abbiano negato la possibilità di un porting su console di nuove generazione.