Nuovi problemi per Cyberpunk 2077: Sony lo rimuove dal PlayStation Store e offre rimborsi completi Continua inesorabile l'odissea negativa attorno al titolo di CD Projekt RED

609 0

Un lancio davvero da dimenticare per Cyberpunk 2077, uno dei videogame più attesi degli ultimi anni. Uscito il 10 dicembre su console e PC dopo numerosi rinvii, il titolo targato CD Projekt RED è stato subissato dalle lamentele dei giocatori che hanno riscontrato bug a profusione e un gioco non all’altezza delle aspettative.

Le problematiche riguardano in larga parte le versioni PS4 e Xbox One che, per ammissione degli stessi sviluppatori, sono state trascurate a favore di quelle PC e next-gen. L’utenza videoludica ha chiesto a gran voce dei rimborsi totali e Sony sembra averla accontentata.

Attraverso un post pubblicato sul sito ufficiale di PlayStation, il colosso nipponico ha annunciato di aver rimosso completamente dallo store le versioni digitali di Cyberpunk 2077 e di aver proceduto a rimborsare i giocatori. Di seguito il comunicato:

“Sony Interactive Entertainment vuole offrire la massima trasparenza ai consumatori ed è per questo motivo che, a partire da oggi, offriremo un rimborso completo a tutti i giocatori che hanno acquistato Cyberpunk 2077 dal PlayStation Store. Il titolo verrà inoltre rimosso. Non appena riceviamo la conferma del vostro acquisto, procediamo al rimborso che può variare a seconda del metodo di pagamento utilizzato”.

Cyberpunk 2077 rimosso dal PlayStation Store: Sony procede con i rimborsi

CD Projekt RED si è scusata con i giocatori e ha promesso l’arrivo di nuove patch che dovrebbero risolvere i già citati problemi, ma la frittata è ormai fatta. Le azioni in borsa della software house polacca sono crollate e la fiducia dei giocatori è andata scemando.

Coloro che lo stanno giocando su PC non stanno riscontrando problemi, ma l’utenza su console, che rappresenta ancora oggi una fetta di mercato ampissima, si è sentita letteralmente presa in giro. CD Projekt RED, prima dell’ennesimo rinvio, aveva garantito che il gioco era perfettamente in grado di girare sulle console current-gen, ma così non è stato.

Gli update gratuiti per le versione PS5 e Xbox One Series X arriveranno soltanto a 2021 inoltrato. Una pagina di storia videoludica alquanto nebulosa e che senza dubbio verrà ricordata a lungo.