God of War Ragnarok chiuderà la saga di Kratos, Cory Barlog spiega perché

419 0

Il tanto atteso titolo di God of War Ragnarok sarà l’ultimo della saga, una notizia che non farà molto felice il pubblico, molti infatti si aspettavano almeno una trilogia. Nel corso di un’intervista a Cory Barlog, game director del primo titolo e ora creative director del secondo, ha spiegato che i tempi di sviluppo per il primo titolo furono davvero enormi.
Per questo motivo lo studio Santa Monica ha preferito fermarsi a due titoli, per non forzare troppo la storia.
Si riportano di seguito le sue parole:

“Penso che uno dei motivi più importanti sia che il primo gioco ha richiesto cinque anni. Il secondo gioco, non so quanto tempo ci vorrà, ma ci impiegheremo un periodo di tempo quasi identico. E poi se pensi: wow un terzo capitolo sviluppato con le stesse tempistiche, stiamo parlando di un arco di quasi 15 anni per una singola storia e mi sembra sia eccessivo.

Sento che stiamo chiedendo troppo, nel senso che completare la storia in un lasso di tempo del genere sembra davvero troppo. Considerando a che punto era la squadra e fin dove si era spinto Eric [Williams] con quello che voleva fare, gli ho detto: guardapenso che possiamo davvero chiudere con la seconda storia.

La maggior parte di ciò che stavamo cercando di fare dall’inizio era dire qualcosa su Kratos e Atreusil nucleo del motore della storia è davvero la relazione tra questi due personaggi e la sua complessità si irradia come onde in uno stagno. E potremmo trasformarlo in un oceano e far andare quelle onde per migliaia di miglia, ma è necessario e vantaggioso? O sentiamo come se si stesse allargando troppo, le increspature si allontanano troppo, e tu rischi di perdere di vista la trama?”

 

Ricordiamo che God of War Ragnarok uscirà nel corso del 2022 su PS5 e PS4, nel trailer mostrato al Playstation Showcase sono stati rivelati i nuovi personaggi di Tyr, Thor e Angrboda.