4Hoods

4Hoods 1: Il Castello di Ghiaccio – La recensione Ha finalmente debuttato in edicola la nuova serie fantasy Bonelli Young ideata da Roberto Recchioni, varrà la pena intraprendere quest'avventura?

4693 0

Lo scorso Marzo è finalmente uscito il primo numero di 4Hoods, la nuova serie mensile della linea Bonelli Young a tema fantasy. Nato dalla mente di Roberto Recchioni e sviluppato da Federico Rossi EdrighiRiccardo Torti e Annalisa Leoni, si basa su premesse molto semplici: un fumetto fantasy per i più giovani con uno stile semplice ma accattivante che riprende elementi tipici dei giochi di ruolo, virtuali o di carta e penna che siano. Il primo numero della serie è intitolato Il Castello di Ghiaccio e contiene la storia omonima in due parti e Tunnel & Troll, pubblicata originariamente nel numero 0 venduto come anteprima a Lucca 2017. È presente anche un poster pieghevole che riprende l’illustrazione di copertina del numero 0, sicuramente una piacevole aggiunta. Il tutto viene proposto al prezzo di 3.50€, perfetto per uno spillato da 66 pagine interamente a colori.

4Hoods
4Hoods 1 – Il Castello di Ghiaccio

Eroismo! Magia! Avventura!

La prima avventura si apre al Club degli Avventurieri, dove il Grande Avventuriero riceve una lettera contenente una richiesta di soccorso; sembra proprio la missione adatta ai grandi eroi noti come 4Hoods! Ci vengono presentati così i 4 protagonisti: Verde (arciere e stratega dai baffi arricciati), Rosso (maga e incantatrice dalle orecchie a punta), Viola (ladro e assassino circondato da un alone di mistero) e Barba (guerriero con una voglia di menare le mani seconda solo al suo appetito). Il gruppo risulta ben assortito, ricalcando piuttosto fedelmente gli stereotipi classici dei party da gioco di ruolo. In linea con la semplicità che fa da base alla serie, le caratterizzazioni non sono niente di troppo approfondito, ma i personaggi sono tutti simpatici e facilmente riconoscibili, perfetti per farsi amare da tutti fin da subito.

I 4 partono quindi alla volta del Castello di Ghiaccio, in cui un Gigante delle Nevi tiene prigioniera la Principessa Coraggio, molto diversa però dalla classica damigella da salvare, rivelandosi un personaggio forte e determinato, una scelta azzeccata e apprezzabile. Lungo le due parti che compongono la storia l’imperativo categorico è quello dell’avventura fantasy più pura: monti da attraversare, lande innevate, combattimenti contro orchi e il classico scontro con il boss finale. Le situazioni sono quindi tutte piuttosto classiche, ma utili per introdurre i più piccoli al genere e comunque piacevoli per i più grandi. Uno dei punti di forza di questo numero è proprio la capacità di offrire più livelli di lettura a seconda dell’esperienza di chi ne fruisce, un esempio su tutti le varie citazioni e battute disseminate qua e là nei dialoghi apprezzabili appieno solo dai lettori un po’ più grandi.

Anche la seconda storia presenta le medesime caratteristiche, con i 4 Hoods alle prese con un Dungeon degno di D&D, con tanto di Level Up dei personaggi dopo aver sconfitto un’orda di nemici. Nota di merito per il finale molto divertente che dà un’idea chiara di quello che sarà lo stile futuro della serie.

4Hoods
Verde, Rosso, Viola e Barba: i 4Hoods!

Il gioco di ruolo si fa fumetto

La prima cosa che salta all’occhio del progetto 4Hoods è sicuramente lo stile grafico. I personaggi sono infatti molto semplici, con un paio di linee a delinearne le forme e un colore predominante che li renda tutti facilmente riconoscibili. Il fatto che i volti dei protagonisti siano in gran parte nascosti dai cappucci poi elimina anche il problema di realizzare espressioni facciali che potrebbero rendere più complesso il disegno. Queste figure molto semplici e bidimensionali si muovono su sfondi dallo stile totalmente opposto, realistico e più dettagliato, usato anche per i nemici finali. Nel primo numero però questo stile viene meno in un paio di occasioni per adattarsi al meglio alla situazione. La prima è quando viene narrato del rapimento della Principessa, in cui aumenta il realismo per dare un tono più favolistico al racconto, mentre il secondo è in occasione di un potentissimo colpo magico lanciato da Rosso, che per l’occasione viene disegnato in modo decisamente più simile al classico canone fantasy.

4Hoods
Una tavola che riprende l’animazione di attivazione di un potere speciale nei videogiochi di ruolo
4Hoods 1: Il Castello di Ghiaccio
  • Trama
  • Disegni
  • Dialoghi
3.3

Commento Finale

In conclusione, il primo numero di 4Hoods si è dimostrato molto carino, adatto sia per il target di riferimento che per i più esperti. Le premesse perchè prosegua al meglio ci sono, bisogna vedere se il tutto reggerà sul lungo termine. Per il momento si può sicuramente riconoscere alla serie il merito di proporre qualcosa di nuovo per il panorama italiano.

Andrea Grumelli

Nato nel 1997, studia Medicina all'Università di Pavia. Nel tempo libero gioca a basket (o almeno cerca di non fare figuracce) e si nutre di fumetti, di qualsiasi provenienza e tipologia. È affamato 24 ore su 24. Vive sempre con la testa tra le...nuvolette!